• Home
  • Cultura
  • L’uomo che viene dal futuro è di Vallo Della Lucania

L’uomo che viene dal futuro è di Vallo Della Lucania

di Giuseppe Galato

Lo scorso 26 Ottobre Napoli è stata tappezzata delle richieste di aiuto da parte di Jack Will, crononauta venuto dal futuro ed ora bloccato nel nostro tempo: Jack, per tornare nel suo tempo, ha bisogno di un dispositivo che verrà inventato solo nel 2018, e per questo chiede aiuto in modo che possa riuscire a ricostruirlo partendo dalle idee fornitegli da chi vorrà aiutarlo.

E facendo qualche indagine scopriamo che Jack, l’uomo che viene dal futuro, è originario di Vallo Della Lucania, e più precisamente cittadino delle fervida mente di Roberto Esposito, che abbiamo avuto modo di intervistare per comprendere meglio cosa l’uomo del 2010 può fare per aiutare Jack Will a ritornare nel futuro.

D: Da chi e come è nata questa idea?
R: È nata da me, perché da tempo creo vari personaggi e racconto le loro avventure. Uno di questi è questo tipo, Jack Will, che ha una sezione dedicata sul mio blog, in cui io racconto (a suo nome, quindi in prima persona) la sua storia. Lui racconta di venire dal futuro e di essere nel nostro tempo per una missione. Quindi, essendoci stato il 27 Ottobre il 25esimo anniversario dell’uscita nelle sale cinematografiche del film “Ritorno Al Futuro”, ho pensato di creare qualcosa in quella data essendo due storie che trattano entrambe di viaggi nel tempo. Inoltre io mi occupo anche di marketing non convenzionale, in particolare di guerrilla marketing, quindi mi piace sperimentare le mie idee sulla società, vedere come la popolazione reagisce a determinati stimoli, in questo caso stimolare la gente ad usare la fantasia. In tutto questo io non ho nessun ritorno economico perché, come puoi vedere, sul sito non sono presenti nemmeno pubblicità o altro né ci sono sponsor sui volantini, quindi tecnicamente, a livello economico, per me è stata una spesa e non un guadagno.

D: Però è comunque una pubblicità a quello che fai, che potrebbe diventare un lavoro nel futuro, potrebbe attirare l’attenzione di qualche editore, ecc…
R: Senza dubbio ne deriva un po’ di attenzione su di me e sulle cose che faccio, quindi è sicuramente anche una forma di pubblicità per il mio blog. Era uno degli obiettivi, trattandosi anche di marketing.
Sulla questione dei volantini c’è da dire che molta gente ha preso sul serio la questione e ha creduto davvero che quest’uomo venisse dal futuro, quindi ho ricevuto un sacco di e-mail in cui mi fanno domande sul futuro, mi chiedono di spiegargli alcune cose che accadranno, come cambieranno alcune cose, quindi presto scriverò un altro post a nome di Jack in cui lui risponderà a tutte le domande.

D: Diciamo che sei un po’ diventato il John Tytor italiano.
R: Si, però nel mio caso il tutto è partito già svelato. Nella pagina con la mia biografia è spiegato chiaramente che io creo dei personaggi e scrivo mettendomi nei loro panni. Sarebbe stato stupido voler ingannare la gente e fargli credere che questo venisse davvero dal futuro.

D: Eppure c’è gente che crede all’esistenza di Jack Will (e magari non alla tua).
R: C’è gente che crede a fantasmi, divinità e madonne che piangono. Non vedo perché dovrebbe essere meno credibile un uomo che torna indietro nel tempo (ride).

D: Cosa fa Roberto Esposito nella vita?
R: Io studio all’università di Napoli, ingegneria aerospaziale, e lavoro come giornalista e blogger. Ora mi sono concentrato più sui blog ma ho scritto anche su riviste a tiratura nazionale tipo Hacker Journal.

D: Quali sono i tuoi progetti futuri (e quelli di Jack Will)?
R: Quelli di Jack Will sono di rimanere ancora nel nostro tempo fino a quando non avrà portato a termine la sua missione e questo lo porterà in giro per vari posti nel mondo, quindi continuerà a raccontare la sua vita alternando una specie di diario su quello che vede qui nel nostro mondo a ricordi e spiegazioni del mondo da cui proviene. I miei progetti futuri sono invece di laurearmi a breve e continuare in campo artistico pubblicando un libro a cui sto lavorando da tempo e dedicandomi al cinema, dato che da un po’ di anni mi diletto come sceneggiatore e regista di videoclip, cortometraggi, ecc… tra cui uno in fase di montaggio e in uscita tra pochi mesi, continuando a curare il mio blog e continuando a non rinunciare a nessuna idea che mi passa per la testa.

Per seguire le avventure di Jack Will ed i progetti di Roberto Esposito potete collegarvi al suo blog personale, All That You Can’t Leave Behind.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019