Una rievocazione storica dedicata a “un uomo di libertà”

VITTIMA DI CRUDELE PRIGIONIA BORBONICA
DI
PUBBLICHE LIBERTÀ APOSTOLO FERVENTE
MAESTRO INSIGNE DI DIRITTO E DI ECONOMIA SOCIALE
ANCOR GIOVANE D’ANNI
MORÌ IN QUESTA CASA
NEL DÌ VIII D’OTTOBRE MDCCCXLV
MATTEO DE AUGUSTINIS
________

IL COMUNE DI NAPOLI
VIII OTTOBRE MCMXVI

recita l’epigrafe in via Cisterna dell’olio 44 a Napoli.

Matteo De Augustinis, nato a Felitto il 1797, morto a Napoli nel 1845: in tempo borbonico, da intellettuale e studioso qual era, aveva sviluppato un proprio pensiero rivoluzionario “sulla necessità di una politica economica liberata da gioghi protezionistici, ma allo stesso tempo attenta e riguardosa verso le classi più deboli”.

Felitto lo ricorda con una rievocazione storica il 5 marzo dalle ore 18:00 alle 21:30.

Convegno alle ore 18.00
Matteo de Augustinis: impegno e rilancio del Sud tra libertà e sviluppo economico

Rievocazione Storica
Matteo de Augustinis: un uomo di libertà
Direzione artistica e regia a cura di Gaetano Stella e Matteo Salsano
Piazza Giustino Pecori – ore 20:00

Introduce
L’On. Prof. LEONZIO BOREA, Capo dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile

Modera
Dott.ssa GIUSEPPINA DI STASI, Presidente Pro Loco Felitto

Interventi
Prof. ROMANO MOLESTI, Presidente della Fondazione di Studi Tonioliani
“Liberalismo ed interventismo in Matteo de Augustinis”
Prof. ROBERTO ROSSI, Ricercatore presso l’Università di Salerno
“Matteo de Augustinis e lo sviluppo economico del Regno di Napoli”
Prof. GIUSEPPE PALMISCIANO, Docente presso l’Università della Tuscia
“Matteo de Augustinis un maestro patriota”
Dott.UMBERTO de AUGUSTINIS,Vice Capo Vicario D.A.G.L. della Presidenza del Consiglio dei Ministri
“L’impegno di Matteo de Augustinis per la gente del Sud”