Foto ai monumenti d’Italia, Touring Club premia la cilentana Antonella Spaltro

302
Infante viaggi

Tra migliaia di foto arrivate da novembre a marzo da ogni parte d’Italia, la giuria ha scelto lo scatto – bellissimo – di Antonella Spaltro. La vincitrice del concorso, che il Touring Club ha indetto per far conoscere le bellezze d’Italia da un altro punto di vista, ha 27 anni, è laureata in Economia e lavora come consulente. Vive da diversi anni a Roma ma è originaria di Tortorella, piccolo paese nel basso Cilento.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese
La foto con cui ha partecipato al concorso “Monumenti d’Italia” è quella che ritrae uno dei più noti monumenti italiani, la Fontana di Trevi a Roma, ed è quella con cui ha vinto il primo premio nella sezione Community, ovvero quella che ha raccolto le foto più votate dagli utenti. Secondo classificato uno scatto del complesso monastico di San Pietro al Monte di Civate, in provincia di Lecco. Mentre altri tre premi sono invece stati assegnati alle fotografie dei borghi certificati con la Bandiera Arancione o dei monumenti del progetto “Aperti per Voi”, con cui i volontari Touring per il patrimonio culturale tengono aperti oltre ottanta luoghi altrimenti chiusi o poco accessibili.

«Sono appassionata di fotografia da quand’ero piccolissima», racconta al Touring Club Antonella Spaltro. «Lo scatto della Fontana di Trevi è nato quando mi hanno regalato una action cam, ovvero una piccola foto/videocamera che può essere utilizzata anche sott’acqua. Perché non provarla alla fontana di Trevi, uno dei miei monumenti preferiti?».  Così, anche se era gennaio, Antonella si è fatta spazio tra i turisti edha immerso la fotocamera in acqua finché non ha ottenuto lo scatto che immaginava».

«La giuria – composta da Stefano Brambilla, giornalista del Touring Club Italiano, e dai fotografi professionisti Saul Ripamonti, Michele Morosi, Andrea Forlani e Francesco Tomasinelli – ha apprezzato la qualità tecnica di molte immagini, rendendo difficile la scelta per ogni categoria. – ha spiegato il Touring Club – Come da regolamento, ha preferito premiare le immagini non eccessivamente editate e postprodotte, così come sono state segnalate le immagini in cui gli autori hanno cercato di andare oltre gli stereotipi, inquadrando magari il monumento nel suo contesto ambientale, oppure riprendendone un particolare, oppure ancora andando alla ricerca di punti di vista inconsueti».

©Riproduzione riservata