Il patrimonio archeologico di Roccagloriosa alla Borsa del turismo di Paestum

53
Infante viaggi

Anche quest’anno il Comune di Roccagloriosa parteciperà alla XXII edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico, che si svolgerà a Paestum dal 14 al 17 novembre. Dopo il successo dello scorso anno in termine di presenze e partecipazione dei visitatori, anche quest’anno Roccagloriosa potrà esporre, nella vetrina internazionale che è la Bmta di Paestum attraverso il materiale informativo, il suo ricco patrimonio culturale, rappresentato dal sito archeologico, un’area ricca di testimonianze storiche, i cui reperti sono conservati nei due Musei del paese: l’Antiquarium che custodisce i reperti risalenti al IV e al III secolo a.C., rinvenuti durante le diverse campagne di scavo all’interno dell’abitato e delle necropoli, e il museo Antonella Fiammenghi nel quale sono conservati gli ori, i reperti più preziosi e suggestivi del sito lucano.

«La partecipazione dell’anno scorso si è conclusa sicuramente in maniera positiva-  ha dichiarato l’Assessore alla Cultura del Comune di Roccagloriosa, Anna Maria Felicia Nardo – ha portato ad un aumento della conoscenza del nome di Roccagloriosa, nel corso dell’anno c’è stato un incremento nel numero di persone che hanno visitato i nostri musei e la zona archeologica. Si sono, inoltre, moltiplicate le occasioni di promozione». Inoltre, come lo scorso anno, sono state coinvolte nella partecipazione le varie associazioni presenti sul territorio comunale per la buona riuscita dell’evento.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl