Pisciotta, «Scuole Aperte» per favorire l’aggregazione dei giovani

| di
Pisciotta, «Scuole Aperte» per favorire l’aggregazione dei giovani

Il progetto presentato dall’Istituto scolastico di Pisciotta ha come scuola in rete l’Istituto Comprensivo “Parmenide” di Ascea. Per la scuola di Pisciotta, diretta dal prof. Antonio Iannuzzelli, si prevedono due laboratori di Musica e di Educazione ambientale e due moduli che si inseriscono nell’area matematico-scientifica e nell’area linguistica. Nel laboratorio di Musica si intende sviluppare la storia di Elea Velia, con riferimento alle peregrinazioni dei Focei, antichi abitanti di Elea e alla nascita della scuola Eleatica di Parmenide, al fine di favorire e accrescere negli allievi e nei cittadini il senso di identità e di appartenenza al proprio territorio.

Saranno oggetto di studio le tradizioni musicali in relazione ai parametri storici, geografici e culturali di riferimento e si darà particolare attenzione all’acquisizione delle tecniche fondamentali di approccio a strumenti musicali quali la chitarra, le percussioni, gli strumenti a fiato, nonché allo strumento “voce”. Il tutto sarà supportato da fondamenti di recitazione e danza. Il laboratorio di Educazione ambientale, che si articola in un percorso di ambiente, Turismo sostenibile e Dieta mediterranea, va nella stessa direzione della maturazione di una conoscenza profonda del territorio sviluppando il pensiero critico e il sentimento di rispetto per l’ambiente. Per la scuola di Ascea, diretta dal prof. Luciano Focilli, si prevedono due laboratori uno musicale e l’altro dal titolo “Il territorio tra ambiente, cultura ed archeologia”. Le attività si svolgono sia all’interno degli istituti sia all’esterno, nei territori comunali dei centri di Pisciotta, Ascea e San Mauro la Bruca e nel sito archeologico di Velia, tutti dopo l’orario curriculare. Nell’intenzione, comune all’iniziativa, di avvicinare la scuola al territorio, i laboratori e i moduli sono aperti non solo agli alunni e agli ex alunni, ma anche a tutti i cittadini comunitari, con disagi psicofisici e ai diversamente abili. Tutte le attività organizzate dall’Istituto Comprensivo di Pisciotta, e dall’Istituto di Ascea, sono volte a offrire agli alunni la possibilità di fare nuove esperienze umane, pratiche e di apprendimento attraverso l’interazione con gli altri e lo scambio di idee, sviluppando la fondamentale capacità di comunicare e di relazionarsi all’altro. Gli insegnanti impegnati nell’iniziativa si propongono di fornire nuovi metodi e strumenti di conoscenza, sviluppando una coscienza critica e di giudizio sostenuta dall’esperienza pratica, e coinvolgono gli alunni e i cittadini in attività mirate a consolidare in loro l’integrità morale e la stima di sé. Ben rimarcata nel progetto e nella messa in pratica è anche la lodevole intenzione di favorire la maturazione della comprensione profonda del significato e della funzione del vivere in una comunità sociale: mancando nella zona luoghi di aggregazione, in queste ore pomeridiane, gli insegnanti coinvolti nel progetto offrono l’opportunità di imparare, praticare, interagire e socializzare con persone diverse per età, stato sociale ed esperienze di vita. I risultati raggiunti al termine della realizzazione dell’intervento saranno presentati attraverso una manifestazione conclusiva.

 

fonte: www.corrieredelmezzogiorno.it


©Riproduzione riservata