• Home
  • Cronaca
  • La statua della Spigolatrice accende i dibattiti ma Sapri la difende

La statua della Spigolatrice accende i dibattiti ma Sapri la difende

di Maria Emilia Cobucci

«La statua disvelata della Spigolatrice ha suscitato un acceso dibattito utile comunque per far conoscere la Storia della città del Golfo di Policastro: troppo sexy, poco “storica”, donna oggetto, “va distrutta”», ha commentato il dirigente scolastico di Sapri, Giuseppe Caruso. «Premesso che l’Arte può piacere o non piacere, ma non deve essere mai censurata o distrutta, pensiamo ai braghettoni messi ai nudi michelangioleschi della Cappella Sistina. Dirò che il bronzeo simulacro a me piace e non poco – ha poi continuato Caruso – Lo scultore ha rappresentato la bellezza di questa donna e il suo sguardo rapito verso la distesa marina attraversata dal piroscafo di Pisacane. Fantasie? Ma di certo, come frutto di fantasia era anche la Spigolatrice di Mercantini. Poeta e scultore, in tempi e contesti diversi,  hanno rappresentato lo stupore e la sensibilità della donna di fronte alla novità dell’evento. Che poi la Statua abbia anche un bel lato B,  perché scandalizzarsi? Rientra oggi a pieno titolo tra i canoni di bellezza, come ieri – e penso alla classicità – nudità variegate».

Fa discutere da due giorni la nuova statua della Spigolatrice svelata lo scorso sabato a Sapri. Diverse le posizioni assunte nei confronti  dell’opera d’arte realizzata dallo scultore cilentano Emanuele Stifano, tra loro anche esponenti della politica nazionale, tra cui l’ex presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

Alle parole del Dirigente scolastico si accompagnano anche quelle del cabarettista più famoso della televisione italiana Franco Guzzo. «È un opera bella e fatta molto bene e mi ricorda le sculture velate della Napoli nascosta – ha affermato Guzzo – Il fatto che si intraveda un fondoschiena non è la fine del mondo anche per l’epoca. Che poi sia un po’ sinuosa e abbia belle curve non penso che guasti l’opera d’arte. Trovo esagerato scandalizzarsi e fare tutto questo clamore. Spesso viene ripetuto che non di deve giudicare una donna per cosa indossa invece adesso si giudica la Spigolatrice».

Intanto il sindaco di Sapri, Antonio Gentile ha ribadito più volte: «Come forma di rispetto nei confronti del nostro territorio chiederei alla politica nazionale di interessarsi delle vicende che in questo momento ci stanno più a cuore come la completata esclusione dal percorso dell’Alta Velocità del nostro territorio».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019