«La notte delle tartarughe» a Camerota, il mondo delle Caretta caretta raccontato a bimbi e appassionati

Marina di Camerota si mette in gioco e il 9 agosto, in piazzetta Simon Bolivar, la stazione zoologica «Anton Dohrn» di Napoli in concomitanza con il Comune di Camerota e con l’assessorato all’Ambiente, organizzeranno la manifestazione «La notte delle tartarughe», una serata di divulgazione scientifica e di sensibilizzazione sui temi della tutela delle tartarughe marine e la gestione sostenibile della risorsa mare. Un’occasione per avvicinare i bambini e gli appassionati all’affascinante mondo di questi carismatici animali in attesa della schiusa dei nidi deposti a Marina di Camerota questa estate.

«Le tartarughe marine popolano gli oceani da oltre 150 milioni di anni ma sono oggi gravemente minacciate d’estinzione a causa dell’impatto delle attività umane sui delicati equilibri degli ecosistemi marini – afferma Sandra Hochscheid, responsabile dei centri di recupero tartarughe marine della Stazione Zoologica Anton Dohrn -. Queste giornate di sensibilizzazione – continua – sono un importante strumento per promuoverne la tutela delle tartarughe marine e favorire la formazione di una coscienza ecologica nelle nuove generazioni, a cui abbiamo il dovere di consegnare un ambiente marino in salute». «Marina di Camerota porta avanti un’idea di turismo sostenibile, rispettoso della natura, come attestato dalla recente attribuzione delle cinque vele da parte di Legambiente –  afferma Antonio Romano, Sindaco del Comune di Camerota -.  Speriamo che i due nidi avuti quest’anno siano solo l’inizio. Faremo quanto possibile affinché le tartarughe – prosegue-  trovino sempre sulle nostre spiagge un ambiente idoneo alla deposizione».

©Riproduzione riservata