• Home
  • Cronaca
  • Caso Mastrogiovanni: interrogato il primario di psichiatria dell’ospedale di Vallo della Lucania

Caso Mastrogiovanni: interrogato il primario di psichiatria dell’ospedale di Vallo della Lucania

di Maria Antonia Coppola

Sono stati ascoltati ieri otto dei 17 indagati per la morte di Francesco Mastrogiovanni, l’insegnante cilentano di 61 anni deceduto lo scorso 4 ago­sto nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Vallo della Lu­cania. Il gip ha interrogato otto tra medici e paramedici, compreso il primario del reparto Michele Di Genio. Mastro­giovanni, ricoverato con un trattamento sanitario obbliga­torio (Tso) il 31 luglio, era deceduto quattro giorni dopo. Numerosi gli aspetti ancora non chiari della vicenda, e tra questi i segni di costrizione rilevati su polsi e caviglie del paziente al momento dell’autopsia. «Di Genio ha chiarito la sua posizione al magistrato – hanno affermato i suoi legali, gli avvocati Fasolino e Di Genio al termine dell’ interrogato­rio – e ha spiegato che in qualità di direttore di dipartimen­to di igiene mentale dell’ex Asl Sa 3, ha disposto e fatto eseguire tutto l’iter amministrativo e formativo relativo ai centri di Salute mentale presenti nel comprensorio.». I lega­li hanno inoltre aggiunto che, nei giorni in cui Mastrogio­vanni era ricoverato, «il dottor Di Genio è stato in reparto non più di due minuti, e non per causa di servizio.». Previ­sto per venerdì l’ interrogatorio degli altri indagati.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019