• Home
  • Cronaca
  • Nella periferia di Torraca c’è chi va in cerca di oro. Messi a segno diversi colpi

Nella periferia di Torraca c’è chi va in cerca di oro. Messi a segno diversi colpi

di Luigi Martino

Dagli inizi di Settembre quattro volti sconosciuti si aggirano in paese svaligiando di preziosi appartamenti e villette. Secondo buona parte della popolazione, sono loro i protagonisti del giallo che in questi giorni sta seminando panico a Torraca, paesino a 10 minuti da Sapri che conta circa mille abitanti. 

Alcuni cittadini intimoriti dichiarano: "Abbiamo paura, di notte non dormiamo più come prima. Siamo preoccupati soprattutto per gli anziani che vivono da soli". I ladri, secondo alcune testimonianze, non cercano soldi in contanti, ma fino ad ora hanno portato via dalle abitazioni messe in subbuglio solo oggetti in oro.

Sono tante le opinioni che circolano nel piccolo borgo medievale di Torraca; alcune sembrano infondate, altre invece trovano riscontro presso più persone: sembra che i ladri siano a conoscenza degli spostamenti delle persone. Infatti uno degli ultimi colpi, avvenuto in una villetta in località Cordici, è stato messo a segno nell’arco di mezz’ora, precisamente intorno alle ore 12.00, quando i proprietari erano a lavoro a Sapri. Un’altra tesi, sostenuta da molti cittadini, considera che i ladri si servano di alcune spie che li terrebbero informati degli spostamenti dei proprietari delle abitazioni da svaligiare. Si dice anche che i ladri siano stranieri, probabilmente provenienti da paesi dell’Est, ma difficili da individuare proprio perchè di Polacchi, Ucraini e Bulgari, ce ne sono molti. Un fattore accumuna tutti i furti è che fino ad ora, i malviventi sono entrati solo in case isolate e lontane dal centro abitato. Ultimamente, però, i furti sono diminuiti, ma sembra che il fenomeno si sia spostato di alcuni chilometri; infatti, a Tortorella proprio tre giorni fa’ alcuni uomini hanno portato via dell’oro da un’abitazione situata in una zona di campagna e i proprietari non erano in casa. Coincidenze? Chissà. In ogni caso, gli abitanti di Torraca restano preoccupati: "Il paese è spaventato ma allo stesso tempo curioso di conoscere questi delinquenti, non ne possiamo più di questi malviventi che si aggirano tra le nostre case. Ho paura che tutto questo finirà quando, ahimè, sarà troppo tardi", commenta un residente.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019