Omicidio Vassallo, dopo servizio Le Iene Dario denuncia la moglie del generale Pisani

9500
Infante viaggi

«Signora moglie dell’ex generale Domenico Pisani, madre di Ausonia Pisani, che sconta 16 anni di carcere presso le patrie galere, le voglio comunicare che è stata da me querelata in data odierna, presso la Caserma dei Carabinieri di Roma “La Storta”, perché le parole hanno un significato e delle conseguenze». A dirlo è Dario Vassallo, fratello di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso ad Acciaroli il 5 settembre 2010. Il presidente della Fondazione Sindaco Pescatore lo annuncia sul suo profilo Facebook.

La denuncia arriva dopo il servizio de Le Iene andato in onda il 6 novembre su Italia 1 in cui la redazione ha puntato i riflettori sulla famiglia Pisani, ovvero quella del generale e fondatore di Ros, Domenico Pisani, di sua figlia Ausonia Pisani e del genero, Sante Fragalà. Alcune confidenze di una fonte anonima, arrivate alla redazione delle Iene, avevano portato l’inchiesta di Giulio Golia e Francesca Di Stefano a Roma dalla famiglia Pisani.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

Le parole a cui Dario Vassallo si riferisce nella querela sono quelle pronunciate dalla moglie del generale, che alla fine dell’intervista rilasciata alle Iene nella loro abitazione a Roma dice riferendosi alla famiglia Vassallo e al sindaco: «Questi fetenti… anche della famiglia, perché i primi fetenti sono stati loro a mettere in mezzo noi. Sta di fatto una cosa, loro è un piacere che non si trovano perché la fanno passare come delitto di mafia. Hanno il vitalizio! Il sindaco non si sarebbe mai aspettato di avere un vitalizio tanto ricco e mantenere la famiglia. Io non voglio dare colpe a nessuno, però sai quando vengono fuori certe cose in continuazione e c’è soltanto uno che deve tenere la croce addosso, e allora andate a vedere tante di quelle cose precedenti, anche alla buonanima».

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl