• Home
  • Cultura
  • La prima mondiale dello spettacolo si è tenuto a Paestum durante l’estate appena trascorsa.

La prima mondiale dello spettacolo si è tenuto a Paestum durante l’estate appena trascorsa.

di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo

Il “Paestum Festival” ed il “Napoli Teatro Festival Italia” alla Milano Fashion Week con uno stralcio dello spettacolo Le sacre du Printemps del noto coreografo brasiliano Ismael Ivo, la cui prima mondiale si è tenuta al Teatro dei Templi di Paestum il 16 luglio scorso. Dei 7 quadri che compongono la rappresentazione, se ne vedranno due nell’ambito di “Milano Loves Fashion”, lo show considerato il culmine dell’appuntamento della settimana della moda milanese di settembre, previsto per oggi, venerdì 24 settembre alle ore 20,45 da Piazza del Duomo (con diretta su Sky Uno).
“Si tratta di un appuntamento di grande rilevanza internazionale – spiega il portavoce dell’Amministrazione comunale, Carmine Caramante – che testimonia quanto sia accurata e prestigiosa la selezione degli eventi che, ogni anno, proponiamo ai turisti nell’ambito del cartellone estivo di Capaccio Paestum. Lo spettacolo del maestro Ismael Ivo, le cui prove si sono tenute tutte a Paestum con la partecipazione di giovani campani, merita davvero questo tipo di palcoscenici ed i riflettori dei media di tutto il mondo. Ringraziamo il direttore artistico del Paestum Festival, Mario Crasto De Stefano, per aver riservato al Teatro dei Templi incastonato nella nostra area archeologica, lo scorso luglio, la prima assoluta dell’opera, che registrò il tutto esaurito”.
Le Sacre du Printemps, che ha debuttato a luglio nell’ambito del Campania Teatro Festival, è la prima iniziativa di coproduzione tra la Fondazione Campania dei Festival, Paestum Festival e Leuciana Festival, impegnati insieme in un progetto teso a valorizzare i danzatori campani. In scena, infatti, ci sarà la compagnia Le Danseurs Napolitains, nata con questo spettacolo e composta tutta da giovani campani.
Lo spettacolo di Ismael Ivo (uno dei più interessanti coreografi della scena internazionale, dal 2005 direttore artistico della sezione danza della Biennale di Venezia) propone un inedito “rituale della primavera” liberamente ispirato al libretto musicato da Igor Stravinskij per celebrare da un lato, l’identità culturale e lo spirito mediterraneo dei danzatori, dall’altro per auspicare una prossima primavera priva di disastri ambientali. Nel realizzare la coreografia, Ismael Ivo si è anche ispirato alla “rosa”, il fiore simbolo di Paestum cantato già da Ovidio. I costumi (delle rose capovolte) sono firmate da Annamaria Morelli, la colonna sonora del balletto si basa sulla musica di Stravinsij, riveduta, però, dal compositore tedesco Andreas Bick, che  l’ha arricchita registrando i gorgoglii del Vesuvio, della Solfatara di Pozzuoli, ma anche il ronzio degli insetti dei templi di Paestum.
Nello show “Milano Loves Fashion”, il momento di danza firmato da Ismael Ivo sarà preceduto da due azioni sceniche: un pallone gigante con una performer appesa volerà su piazza del Duomo interagendo con il pubblico presente e facendo cadere sui presenti petali di rosa mentre sul palco, con un reading, si renderà omaggio ad Alda Merini e alla sua poesia ascoltando alcuni dei versi più famosi.
Lo show si concluderà con una sfilata del marchio milanese C’n’C’. A presentare l’evento quest’anno ci sarà Natasha Stefanenko.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019