Palinuro, presunti lidi «abusivi» sulla spiaggia delle Saline: parte l’esposto al ministero per l’Ambiente

Il club Elea per l’Unesco ha inviato un esposto al ministro per l’Ambiente, al presidente della Regione Campania, al prefetto di Salerno e ai carabinieri della stazione di Centola  per «gravi presunti abusi sulla duna fiorita in zona sic ‘promontorio di Palinuro’ nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano». Sarebbero stati costruiti tre lidi balneari «nonostante il nulla osta del Parco con firma del direttore De Vita del 2014, ma tutt’ora valido». Dai documenti emergerebbe la possibilità di «costruire solo fuori dall’area dunale, considerata ‘area di rispetto’ all’interno della quale non deve essere installato nessun tipo di manufatto o servizio». «Mancando questa condizione – scrive il club in una nota stampa – il nulla osta è da considerarsi non più valido». «Il suddetto presunto abuso è da ritenersi ancora più grave in quanto sia l’anno passato che quest’anno, malgrado gli esposti avanzati in tempo, i lavori sono stati completati», scrivono i membri.

©Riproduzione riservata