Perde figlio a causa di un tumore, la madre: «Un’associazione per aiutare chi, come Cristian, lotta contro il cancro»

Cristian era un ragazzo dal «Cuore puro e forte». Era, perché il 22 gennaio scorso un ‘glioblastoma’ di 4° grado se lo è portato via. La sua battaglia è iniziata nel marzo del 2014, quando iniziò ad accusare i primi mal di testa. Ricoveri, esami, accertamenti. Cristian ha solo 16 anni ma si può dire che la malattia lo ha fatto crescere in fretta. «Sto lottando ogni giorno per riconquistare la mia vita normale, la mia autonomia. Le uniche cose che mi restano sono la forza e la simpatia, ma non mi arrendo, andrò avanti perché chi la dura la vince» queste ed altre sono le parole che chi gli è stato vicino ha avuto modo di sentire. Ma c’è qualcuno che oggi ha il coraggio di affermare che «Cristian vive». Vive attraverso l’associazione ‘Le mani di Cristian’ nata, come spiegano la mamma e le due sorelle, «Nel cuore di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di essere stati avvolti dalla luce del suo sorriso. Ogni passo sarà compiuto, non per Cristian ma con Cristian, affinché le sue mani continuino a muovere azioni che disegnano nuovi sorrisi, su volti di nuovi guerrieri». A scopo benefico, i membri di questa associazione sono «orgogliosi» di poter ridisegnare quel suo sorriso sul volto di ogni bambino e ragazzo per diffondere il suo insegnamento: ‘sorridere nelle difficoltà più grandi e terrificanti, restando forti, calmi e sereni anche quando le cose prendono le peggiori direzioni e ci sentiamo, sfiduciati e doloranti’. «Noi come associazione ci impegniamo a portare avanti questo progetto, a sostenere la ricerca con la speranza, anche attraverso ‘Le mani di Cristian’ di riuscire a raggiungere gli scopi prefissati con serietà e costanza – La no profit è nata da poco ma già inizia a crescere -. Perché amare è vivere e noi ameremo questi ragazzi come noi stessi e come Cristian ci ha insegnato ad amare il prossimo». L’associazione sarà presente dal 19 al 22 presso i mercatini di Natale a Casal Velino. I ricavati di tutte le attività saranno devoluti per aiutare «Chi come Cristian lotta contro il ‘cancro’»