• Home
  • Cronaca
  • Pisciotta, gasolio agricolo non autorizzato: fermato il responsabile

Pisciotta, gasolio agricolo non autorizzato: fermato il responsabile

di Luigi Martino

Nell’ambito dell’attività investigativa in ambito portuale espletata in diversi porti della costa cilentana da parte del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro in data odierna ha posto sotto sequestro presso il porto di Pisciotta circa 500 litri di gasolio agricolo utilizzato indebitamente, denunciando il responsabile all’Autorità Giudiziaria per violazioni penali in materia di accise.

In particolare il personale operante nell’ambito di controlli tesi a verifiche portuali, insospettiti da strani movimenti presso il porto di Pisciotta hanno sottoposto a controllo un moto yacht ormeggiato presso il molo di sopraflutto.

I militari, coadiuvati dal prezioso contributo del personale dell’Agenzia delle dogane di Salerno, durante l’ispezione nei locali motori dell‘imbarcazione, notavano che il gasolio visibile dai motori era del tipico colore verde utilizzato per agricoltura e per pesca.

Pertanto, si è proceduto immediatamente ha prelevare dei campioni di gasolio per sottoporlo ad esami di laboratorio. Gli esiti degli accertamenti eseguiti, hanno certificato che trattasi di gasolio agricolo il cui utilizzo è destinato esclusivamente per le attività agricole, orticole, silvicolturali, floricole, di allevamento e di itticoltura che prevedono l’utilizzo di macchinari.

Riscontrato l’illecito si è proceduto immediatamente al sequestro del gasolio agricolo, prodotto petrolifero che gode di un particolare regime di agevolazione sulle imposte e deferito all’A.G. il responsabile per ipotesi di reato di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019