• Home
  • Cultura
  • Processo in piazza a Carlo Pisacane, la giuria popolare lo assolve

Processo in piazza a Carlo Pisacane, la giuria popolare lo assolve

di Marianna Vallone

«Carlo Pisacane assolto con formula piena»: è questa la sentenza che la giuria popolare ha pronunciato ieri sera in una Villa Comunale gremita a Sapri al termine del “Processo a Carlo Pisacane”, celebrato dal “Presidente del Tribunale” Enrico Padula, dal “Pubblico Ministero” Edoardo Vitale e dall’ “Avvocato difensore” di Pisacane Franco Maldonato.

Si è trattato dell’evento conclusivo delle giornale dedicate al “Pisacane 2019”, organizzato dal Comune di Sapri con un intervento co-finanziato dal POC Campania 2014-2020, “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura” Azione 4 – Iniziative promozionali sul territorio regionale.

Il “Processo” è stato celebrato dopo la consegna del Premio Internazionale “Carlo Pisacane” avvenuta il 18 agosto e dopo la rievocazione Storica de “Lo Sbarco” avvenuta lo scorso 25 agosto con la partecipazione dell’attore Fabio Fulco. Lunedì 26 agosto, inoltre, è andato in scena il “Bivacco” di Pisacane, una riproduzione fedele della Sapri del 1857 in cui sbarcò l’Eroe Risorgimentale.

«Pisacane e la sua storia sono ora più che mai attuali – ha dichiarato il Sindaco Antonio Gentile – e anno dopo anno gli eventi dedicati al ‘nostro’ eroe saranno migliorati ed intensificati».

Soddisfatto anche l’Assessore al Turismo del Comune di Sapri Amalia Morabito. «Fin dal primo giorno da quando la nuova amministrazione si è insediata nel 2017 abbiamo deciso di reinserire nel nostro cartellone estivo gli eventi dedicati a Carlo Pisacane e ai suoi Trecento, una storia da cui Sapri non può che prescindere. Quest’anno abbiamo fatto un lavoro superlativo anche e soprattutto grazie a tutto il team che ha lavorato al progetto; ci tengo a dire che sia il team che la maggior parte delle persone coinvolte attivamente nella Rievocazione sono del territorio, in pieno rispetto con le direttive del Poc Regionale 14-20».

Chiusura con il direttore organizzativo dell’evento, Matteo Martino. «Tanta emozione e tanto lavoro per quello che è un evento che sento molto – ha detto Martino – e che credo sia centrale nel cartellone saprese. Sono davvero felice del fatto che sia stata allestita questa macchina organizzativa quasi perfetta con persone del territorio. La carta vincente è stata la sinergia tra uomini ed associazioni, come ad esempio la Pro Loco, l’Associazione Skidros. E poi ancora l’Associazione Bandistica Città di Sapri M° Talamini. Il tutto per un lavoro dall’elevata qualità. Fondamentale poi l’apporto dell’Associazione Artisti Cilentani Riuniti con il direttore artistico Mauro Navarra, la regista Alina Di Polito – che ha segnato l’esordio della regìa al femminile per questa manifestazione – e lo scenografo Gaetano Ferrara, che ha curato anche la scenografia del Processo di ieri sera molto apprezzate dal numeroso pubblico presente. Adesso l’appuntamento è per il 2020».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019