• Home
  • Cronaca
  • Rifiuti dalla Tunisia, Gaudiano: «Rifiuti vengano portati a Polla»

Rifiuti dalla Tunisia, Gaudiano: «Rifiuti vengano portati a Polla»

di Pasquale Sorrentino

La Senatrice del Movimento 5 stelle, Felicia Gaudiano: «Rifiuti vengano portati nella sede della società ubicata a Polla». «Rispetto alle decisioni assunte dalla Regione, tanti sono gli interrogativi, partendo dal perché la verifica e analisi dei rifiuti non avvenga nella zona portuale, prima di rimettere in viaggio queste tonnellate di rifiuti. Ci sembra assurda la decisione di stoccare a Persano, nei pressi dell’Oasi, seimila tonnellate. Bisogna tutelare il territorio della Piana del Sele, per le sue ricchezze ambientali, per le sue vocazioni agrituristiche e le sue produzioni d’eccellenza, già troppe volte messe a rischio da una gestione del ciclo dei rifiuti miope e inefficiente», dice la Gaudiano. «Questi rifiuti che al momento risultano privi di caratterizzazione. – ha aggiunto – Non possiamo permettere di trasformare Persano in una discarica abusiva a cielo aperto. La Piana del Sele è già sede delle discariche di Grataglie a Eboli, di Castelluccio a Battipaglia, dell’impianto ex CDR a Battipaglia, del deposito di Ecoballe a “Coda di Volpe”, della discarica a Basso dell’Olmo a Campagna, della discarica di “Macchia Soprana” a Serre, e Pesano».

«Ad oggi – ricorda Gaudiano – è stato disatteso il protocollo del 2008 dopo l’arrivo dei rifiuti a Macchia Soprana la Regione Campania firmava d’intesa con tutte le istituzioni coinvolte (Commissariato di Governo per l’emergenza rifiuti, Ministero dell’Ambiente, Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Serre) dove si stabiliva che mai più si sarebbero portati rifiuti e si sarebbero allestiti siti di stoccaggio o altre attività similari nel Comune di Serre», conclude Gaudiano.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019