• Home
  • Cronaca
  • Servizi disabili a Camerota, sindaco: «Ad ‘Handiamo!’ 5 mila euro. Monteremo la passerella»

Servizi disabili a Camerota, sindaco: «Ad ‘Handiamo!’ 5 mila euro. Monteremo la passerella»

di Luigi Martino

L’anno scorso, prima della stagione estiva, il Comune di Camerota stringe un accordo con ‘Handiamo!’, un’associazione che si occupa de diritti dei disabili e di fornire attrezzature utili per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sulla spiaggia Marina delle Barche in località Poggio a Marina di Camerota, l’associazione insieme all’amministrazione, installano una passerella per facilitare l’accesso in spiaggia ai disabili. A settembre la passerella viene rimossa e custodita in un deposito del Comune. «Il sindaco non ci vuole tornare più la passerella e dice che vuole i soldi per il deposito da ottobre fino a questo momento», ad affermarlo è il presidente di ‘Handiamo!’, Paolo Conte, che ieri ha rilasciato una lunga intervista al giornale del Cilento. 

Sulla questione interviene il sindaco di Camerota, Antonio Romano, perchè «le affermazioni gravemente lesive della onorabilità dell’amministrazione comunale e del sindaco di Camerota, rilasciate dal signor Conte Paolo meritano una risposta al fine di ristabilire la verità». «Innanzitutto – spiega Romano – è bene precisare che la passerella installata sulla spiaggia del Poggio a Marina di Camerota è stata fornita dall’associazione ‘Handiamo!’ al Comune di Camerota in “comodato gratuito pluriennale”, prova ne è che la stessa è custodita da una ditta di Camerota in un deposito sito nel nostro territorio». «L’associazione Handiamo, di cui Paolo Conte è presidente, si era impegnata – continua il primo cittadino di Camerota – a presentare progetti sulla tematica della disabilità per chiedere finanziamenti regionali e comunitari destinati ad attività da svolgere sul nostro territorio. Tale impegno è stato totalmente disatteso, mentre per altri 18 comuni tali istanze sono state inoltrate agli enti sovraordinati. Il comune di Camerota ha elargito all’associazione Handiamo la somma di euro 5000 (cinquemila) quale rimborso spese per le attività svolte per il nostro territorio adempiendo, a differenza dell’associazione in questione, a quanto stabilito nella convenzione. Il sindaco e l’amministrazione – dice Romano – non hanno restituito la passerella per l’accesso alla spiaggia per le persone diversamente abili, poiché ritengono di dover proseguire il percorso intrapreso che dovrà vedere negli anni futuri il nostro comune raggiungere gli obiettivi dell’abbattimento delle barriere architettoniche ove possibile. Certamente tale percorso continuerà con partner adeguati e all’altezza delle situazione, realmente vicini alle esigenze delle persone con difficoltà motorie e animate da un sincero desiderio di contribuire all’attuazione di politiche virtuose in materia di accessibilità».

Poi il sindaco si rivolge al presidente dell’associazione ‘Handiamo!’: «Piuttosto ci piacerebbe sapere dal signor Conte quale considerazione ha delle persone con disabilità che frequentano il territorio di Camerota, visto che ha già dichiarato di voler destinare la passerella in questione ad altro territorio, mentre il comune di Camerota ancora è in attesa della presentazione dei progetti promessi a suo tempo, non tanto all’amministrazione quanto alle persone che hanno bisogno di tali servizi. Ad ogni buon conto, al fine di rassicurare le tante persone che hanno utilizzato la passerella in località Poggio, annunciamo sin da ora, attraverso la vostra testata, che la stessa sarà rimontata nei prossimi giorni».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019