• Home
  • Cronaca
  • Raggiunto l’accordo nell’Asl Salerno e la riabilitazione non si sospende

Raggiunto l’accordo nell’Asl Salerno e la riabilitazione non si sospende

di Maria Antonia Coppola

Ratificato all’Asl Salerno l’accordo con le Associazioni maggiormente rappresentative dei Centri di riabilitazione della provincia di Salerno. Al contributo integrativo di due milioni di euro messo a disposizione dal Commissario Governativo Zuccatelli, ha fatto seguito la decisione del Commissario Straordinario De Angelis di integrare il fondo della macroarea per il mese di dicembre di una ulteriore cospicua somma economica  che permetterà  a tutti i disabili della provincia di Salerno di usufruire delle necessarie cure fino alla fine dell’anno. La criticità è emersa in tutta la sua drammaticità due settimane fa allorquando l’Asl aveva annunciato l’esaurimento dei volumi acquistati dalle strutture private accreditate. Le Associazione di categoria datoriali (in special modo l’Aspat) si sono immediatamente attivate presso il Commissario Governativo Zuccatelli per far confluire all’Asl di Salerno i fondi necessari per la continuazione delle cure riabilitative fino alla fine dell’anno. Anche le Associazione dei disabili si sono prontamente allertate producendo in soli tre giorni più di duemila diffide penali. Ora queste diffide andranno tutte al macero ed i pazienti disabili usufruiranno delle necessarie cure senza dover interrompere il loro progetto riabilitativo.
Dichiarazione  del Coordinatore Regionale dell’Aspat Campania  Antonio Gambardella
Sono davvero soddisfatto dell’epilogo positivo della vicenda. A dire il vero ho sempre riscontrato  nel Commissario Straordinario Dr. De Angelis un interlocutore corretto, pragmatico e sensibile . Ha mantenuto la promessa che mi aveva fatto tre settimane fa quando andai a prospettargli in anticipo la grave situazione che si stava determinando nella nostra Provincia. Conosco bene le difficoltà di cassa dell’Azienda Sanitaria di Salerno ed apprezzo ancor di più la scelta del Commissario De Angelis  di continuare a dare assistenza anche ai pazienti della fascia più debole. Ci metteremo subito al lavoro affinchè tutto ciò non accada l’anno prossimo , programmando  bene i volumi di prestazioni da erogare e soprattutto individuando la copertura economica occorrente. I centri di Riabilitazione della Provincia di Salerno, per mio tramite, si sono impegnati a garantire anche senza essere retribuiti le terapie domiciliari urgenti ed indifferibili, in accordo con i Responsabili delle Unità Operative.
 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019