Sesso con l’alunna minorenne: prof condannato

1
1119
Tribunale di Vallo della Lucania

Atti sessuali con minorenne. Condannato a due anni il professore «innamorato» della sua studentessa. La sentenza emessa dal tribunale di Vallo della Lucania pone fine ad una vicenda che qualche anno fa fece scalpore a Vallo della Lucania. Una storia d’amore nata tara i banchi di scuola. Una grande passione tra due innamorati. Nulla di strano. Se non fosse che lui si avvicinava ai sessant’anni. Lei ne aveva appena compiuti 18. Lui era il professore, sposato e con due figli, lei una giovane studentessa. La storia a quanto pare era iniziata quando la ragazza era ancora minorenne. I fatti risalgono al 2015. La giovane studentessa originaria di un comune costiero del Cilento era iscritta ad uno degli istituti superiori di Vallo. Frequentava regolarmente le lezioni, le piaceva studiare, seguiva con attenzioni tutti i corsi. Lui docente con alle spalle anni di esperienza. I due nonostante i quarant’anni che li separano, iniziano a corteggiarsi. Ben presto si innamorano e iniziano una storia che inevitabilmente finisce all’attenzione di tutti.

Non appena la ragazza compie diciotto anni lui lascia la moglie e i due vanno a vivere insieme. La relazione non passa inosservata tra i corridoi della scuola. Iniziano ad insospettirsi gli altri docenti. La love story arriva anche l’attenzione degli altri studenti e dei genitori della ragazza. La madre, che senza esito aveva chiesto l’intervento dell’istituzione scolastica, presenta denuncia contro il professore. La donna scopre tutto curiosando sul profilo Facebook della figlia dove trova le confidenze che la ragazza faceva ad un’amica. Parlava delle attenzioni particolari che il professore le riservava. Sulla vicenda la procura della repubblica del tribunale di Vallo avvia le indagini.

La love story fra il professore e la studentessa è proseguita anche dopo il diploma della ragazza. La giovane si è iscritta all’università con esperienze all’estero ma continua la sua storia con il professore.

1 COMMENTO

  1. Ma quale sesso con una minorenne! L’ accusa si basa solo sulle parole della studentessa, senza uno straccio di prova e senza un solo testimone che abbia potuto testimoniare su questi presunti atti sessuali! La sentenza era già scritta perché qui si ė ancora nell’Italia vittoriana e bigotta in cui si assolvono uomini che stuprano e violentano, o pagano per fare sesso con minorenni, tipo quel signore di Arcore! Se si genera violenza, la controparte fugge e abbandona il violentatore! Non mi sembra sia andata così! Amen!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here