• Home
  • Cultura
  • Marina di Camerota: festa dei bambini e dell’animazione

Marina di Camerota: festa dei bambini e dell’animazione

di Redazione



Wendy
Ma Peter,come arriveremo all’Isola Che Non C’è?

Peter Pan
Ma volando!

Wendy
Volando?

Peter Pan
Si è facile!
Tutto quello che dovete fare è di… è di… è di… ah, che buffo!

Wendy
Ma cosa c’è? Non lo sai Peter?

Peter Pan
Ma certo! È solo che non ci avevo mai pensato sopra…
Ho trovato: pensate a qualcosa di molto bello!
Sì! Attenzione, spicco il volo! È come nuotare!

Wendy Può volare! Gianni Può volare! Michele Urrà!
Peter Pan Su, proviamo tutti insieme!

Tutti
Uno, due, tre!

Peter Pan
Oplà! Solo un po’ di polvere di fata! E ora cercate di sognar… sol chi sogna può volar


Con questa citazione, tratta dal più famoso romanzo  di James Barry, il regista –attore Catello Balestrieri ha “sigillato” la locandina  di presentazione del saggio di fine anno 2009/2010 dei suoi piccoli allievi, per ricordare che la fantasia è la cosa più importante della vita. La redazione del giornaledelcilento.it lo ha intervistato nei giorni scorsi.


Come nasce l’idea del laboratorio teatrale per i piccoli?

Io ho avuto sempre l’istinto di trasmettere la passione per il teatro,la recitazione, la regia.
I bambini fanno concretizzare questa mia passione, perché è risaputo che in  qualsiasi attività creativa, vede nei più piccoli capacità ricettive  superiore alla media. Poi c’è da dire che i bambini non hanno ancora sovrastrutture e quindi riescono meglio a praticare ogni arte con spontaneità e autenticità. Devo aggiungere, pensando ai miei trascorsi amatoriali e successivamente professionali, che se avessi avuto, ed altri come me, avessimo avuto delle guide, adulti che ci avessero guidato in questa nostra avventura che è il teatro, avremmo riportato sicuramente dei risultati migliori. Purtroppo siamo rimasti sempre da soli a fronteggiare le nostre indecisioni… per questi ragazzi dovrà essere diverso!
Tornando al senso del laboratorio, l’idea è partita quando qualche anno fa, con l’aiuto del dirigente precedente, Prof.Vitale, che acconsentì all’esperimento, mi propose di gestire il laboratorio come consulente ed esperto esterno. Andò molto bene, infatti, portammo il saggio di fine corso in piazza S. Domenico e devo dire fu un vero successo.


Come rispondono i bambini a queste attività?

Le attività artistiche, sia nella scuola che fuori, esercitano un fascino particolare sui ragazzi. Vivono il tutto come un grande gioco, però non disdegnano di imparare le tecniche espressive. In quel caso lavorano , anche molto, senza lamentarsi , evidenziando la loro personalità che è sicuramente in divenire ma che va formandosi su basi certe. Recitare implica un mostrarsi continuo, allenamento del linguaggio e del corpo. E’ una disciplina completa.

Ci parli della Bottega del Sorriso.
Nasce nel 2000. Sognavo la nascita di un’agenzia tutta autonoma, professionale, fondata su  decisioni culturali  anche diverse, pensavo per esempio ad un teatro più sperimentale, meno convenzionale. Devo dire che per un lungo periodo è andata molto bene. Poi scelte professionali mi hanno spinto in altre realtà italiane e ho dovuto lasciare. Ma già da tempo ho ripreso, e sto riorganizzando tutte le mie energie. Interessante, la collaborazione con l’Associazione TUTTiNSIEME, con la quale oltre a portare avanti questa manifestazione, Festa del Piccolo Teatro, abbiamo intenzione di dare vita alla realizzazione di nuove cose…ma questa è un’altra storia!

Come è andato il laboratorio di quest’anno, è rimasto soddisfatto?
Dal punto di vista numerico non sono tanto soddisfatto, ho solo 8 bambini. Per certi versi, però, mi ritengo fortunato. Perché sono stati sette mesi di preparazione intensa. Mi sono dedicato proprio anima e corpo. Poi penso al corso di secondo livello e penso che è meglio affrontarlo con un gruppo ristretto. Per quello di primo livello, che riprenderò il prossimo autunno, francamente mi aspetto un numero maggiore di partecipanti.


Lei ha un debole per Peter Pan, immaginiamo non per la sindrome…

 Io credo fermamente che bisogna guardare il mondo con gli occhi dei bambini, per imparare a sognare e per renderlo migliore…!

 

L’Associazione TUTTiNSIEME, giovedì 10 giugno, dalle ore 18.30, in piazza S. Bolivar di Marina di Camerota, presenta la prima edizione della FESTA del Piccolo Teatro.


Ore  18.30    Spettacolo del gelato tra gioco e fantasia
                     “ un cono per tutti” con l’esibizione d SIMON ICE, il mago del gelato


Ore  19.30     L’Associazione TUTTiNSIEME consegnerà una  maglietta  o un cappellino della

“Corsa Del Mito" ai bambini della Scuola Media “A.Poliziano” di Camerota. 


Ore  20.30     Festa del piccolo teatro
                       a cura della Bottega del Sorriso  di Catello Balestrieri
                       con la collaborazione dell’Associazione “Il Carillon”
                       Saggio di fine anno 2009/10
                       Corso di 1° livello di avvicinamento all’arte della recitazione.
                       Consegna degli attestati e presentazione degli allievi.

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019