Tragedia Palinuro, Simon Gautier e Margherita: destini che s’intrecciano

di Luigi Martino

Una tragedia ha sconvolto Palinuro, la celebre località del Cilento, tra le preferite dei turisti campani e non. Una bambina di 4 anni, tedesca, è morto precipitando dal  Sentiero dei Fortini. Il cadavere è stato rinvenuto in mare. Margherita era bionda, terza di cinque figli. Il più grande ha sei anni. Le ne avrebbe compiuti cinque. La piccola era in vacanza nel Cilento assieme a tutta la famiglia. Da Salerno si erano spostati a Palinuro. Oggi avevano in programma una giornata al mare, sulla spiaggia del porto, e poi un’escursione. Quest’ultima si è rivelata una scelta fatale.

Il corpo senza vita della bambina è stato recuperato da una motovedetta della Guardia costiera, mentre sono ancora da chiarire le cause dell’incidente, su cui ha aperto una indagine la procura di Vallo della Lucania. Sul posto sono intervenuti il pm di turno e il medico legale Adamo Maiese, con le indagini delegate alla Capitaneria di Porto.

«Esprimo vicinanza alla famiglia. Sono molto rammaricato per l’accaduto. È una tragedia che sconvolge l’intera comunità» ha detto il sindaco Carmelo Stanziola mentre raggiungeva il porto. Con lui anche Vincenzo Speranza, sindaco di Laurito e presidente della Comunità Montana ‘Lambro, Bussento e Mingardo’. I due politici avevano da poco terminato un incontro pubblico che trattava, nemmeno a farlo apposta, la delicata tematica della sicurezza sui sentieri.

LE FOTO DELLA TRAGEDIA

IL PRECEDENTE – Una vicenda che ricorda tragicamente quella di un altro turista morto a seguito di una escursione in Cilento: Simon Gautier, studente francese di 27 anni deceduto in seguito a una caduta nel Golfo di Policastro nell’agosto del 2019.

Dal Parco nazionale del Cilento Gautier avrebbe voluto raggiungere Napoli a piedi ma il 9 agosto di due anni fa cadde scivolando in una scarpata. Il giovane francese riuscì anche a contattare i soccorritori, non riuscendo ad indicare la sua posizione. Il suo cadavere venne ritrovato il 18 agosto, nove giorni dopo, nella scarpate in cui era precipitato. Simon, secondo quanto emerso dall’autopsia, era morto 45 minuti dopo la caduta a causa delle gravi ferite riportate.

Oggi il destino di Simon si è inevitabilmente intrecciato con quello della piccola Margherita: entrambi morti in seguito ad una caduta mentre percorrevano i sentieri del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019