Una turista, un’amante del territorio, dice.

di Redazione

Il contenuto della mail giunta in redazione è molto chiara, delusione e rabbia, nelle parole della turista che non ha potuto far a meno di scriverci. Accogliamo la richiesta della lettrice di voler restare anonima e pubblichiamo le sue parole.

“Sono 12 anni che passo le vacanze a Marina di Camerota. Da  quando siete qui, tutti i giorni vi leggo. Mi sono convinta leggendo “sorveglia il territorio” di fare una denuncia per quanto riguarda la località Sinna dove spesso io mi reco. Ho assistito ad uno scempio del territorio negli anni incalcolabili, sequestri, dissequestri, sigilli violati ecc…… da parte di chi, non so, parlando un poco con altri sembrerebbe opera di un napoletano il quale ha costruito senza ritegno in una zona a dir poco bellissima, ho assistito ogni anno alla crescita di queste case fatte senza nessuna autorizzazione ed è incredibile che le forze preposte non vedono o fanno finta. Ma non voglio essere cattiva, voglio solo dire che in quella zona non si vede mai nessuno, eppure come dite voi le forze dell’ordine sono pagate con i nostri soldi anche per tutelare l’ambiente. Scusate il mio sfogo che spero sia accolto da qualcuno e che quel qualcuno venga a rendersi conto di quello che stà succedendo in quella zona, che possa magari in parte salvare una fetta di territorio. Ciao vi ringrazio di esistere , se potete vorrei conservare l’anonimato“.
Ciao a tutti Buon lavoro a Marina.

Tu sei la sentinella unica ed imparziale del tuo territorio, fai sentire la tua voce.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019