Distrutta la corona d’alloro in bronzo posta sul monumento

Infante viaggi

Un deprecabile atto vandalico è stato compiuto ai danni della Stele dedicata ai Caduti di Nassiryia posta nei giardini comunali di Agropoli a loro dedicati. Ignoti hanno sfogato i loro bassi istinti contro il monumento distruggendo la corona d’Alloro in bronzo pasta su di essa. Dell’atto sacrilego si sono accorti i carabinieri in congedo che ne hanno voluto l’istallazione in ricordo di tutti i militari caduti in terra straniera in missione di pace."Non sappiamo i motivi del gesto, dichiara il segretario della sezione carabinieri di Agropoli, brigadiere capo Giuseppe Di Lucia, su cui non c’è stata rivendicazione, ma credo che in questi casi sia opportuno tenere alta l’attenzione e non sottovalutare la valenza, implicita o esplicita che sia, di offesa di quel gesto ai sentimenti della città. È molto importante che anche le istituzioni comunali non lascino passare sotto silenzio questo gesto anche se si tratta dell’opera di balordi. Ma anche se dovesse essere opera di una sola persona è solo un vigliacco inutile per la società, perché non riuscirebbe in nessun modo a scalfire con il suo gesto la solidarietà della città di Agropoli nei confronti di quegli uomini, caduti a Nassirya. Credo che sia molto importante continua ancora il brigadiere Di Lucia, distinguere la vicinanza incondizionata a quei soldati caduti in missione, rispetto alle valutazioni sulle caratteristiche di questa o quella missione. Il cippo posto nei giardini parla della solidarietà di questa città ai 19 militari e civili, che sono caduti indipendentemente dalle motivazioni di quella guerra, su cui ognuno di noi mantiene le sue considerazioni, gli uomini, che hanno perso la vita in quella missione, vanno onorati e rispettati come servitori di questo Paese".

  • Vea ricambi Bellizzi

 

 

fonte: agropolilive.com

  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro