Sub morti a Palinuro: chiesto processo per quattro persone

Riflettori riaccesi sul caso dei quattro sub che il 30 giugno del 2012 persero la vita nelle acque di Palinuro nella grotta del Sangue. La procura del tribunale di Vallo della Lucania ha avanzato quattro richieste di rinvio a giudizio per altrettante persone accusate di omicidio colposo. Le indagini sono coordinate dal capo procuratore Giancarlo Grippo. Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti sono finiti il gestore del diving ‘Pesciolino sub’ Roberto Navarra, e tre istruttori, Marco Sebastiani, Stefano D’Avack e Annalisa Lupini. Chi indaga sostiene che «i sub si immersero nella grotta – dove poi sono morti – senza la preparazione e l’addestramento necessari per quel tipo di escursione. Per l’esito della richiesta di rinvio a giudizio depositata dal pm bisogna aspettare anche qualche mese. Oggi, mercoledì, si è tenuta l’udienza preliminare al tribunale di Vallo della Lucania dinanzi al giudice Massimiliano De Simone. Il gup ha rinviato la decisione di un rinvio a giudizio o di un ‘non luogo a procedere’, al 4 marzo prossimo.

©Riproduzione riservata