Esodo estivo verso il Cilento, centinaia di migliaia di automobili verso sud: ecco tutti i numeri

Bilancio positivo per l’esodo estivo 2014 anche su strade e tratti autostradali della regione Campania, caratterizzato da vacanze brevi e ripetute, con un traffico fluido, tempi di percorrenza contenuti e una migliore qualità del viaggio. I maggiori flussi veicolari si sono registrati sul tratto campano dell’A3, in direzione del Cilento e del Golfo di Policastro, ma anche in penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana e in direzione del litorale flegreo e domizio. I dati sulla Campania sono stati illustrati dal Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, durante la conferenza stampa sui risultati del Piano dell`esodo estivo 2014, tenutasi oggi a Roma presso la sede di Viabilità Italia.Nella classifica dei transiti l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria risulta terza, dopo il Grande Raccordo anulare di Roma e la Roma-Fiumicino con circa 3 milioni e 100 mila passaggi nel tratto salernitano, in linea con il 2013, ma con una riduzione dei tempi di percorrenza (meno di 4 ore rispetto alle 5 ore del 2011). Nel tratto salernitano dell’A3, dove insiste circa il 75% del traffico annuale, nei soli 3 giorni di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 agosto ci sono stati 300 mila transiti, di cui circa 195 mila in direzione sud. Numerosi transiti anche sulle strade che portano al Cilento, Vallo della Lucania e nel Golfo di Policastro, in particolare sulla strada statale 18 “Tirrena Inferiore” che ha totalizzato 1 milione e 150 mila transiti a Capaccio-Paestum.In tema di sicurezza l’Anas ha esteso il sistema di controllo della velocità media e istantanea “Vergilius”, oltre che ad alcuni tratti della Domiziana, della Romea e dell’Aurelia, anche al tratto salernitano della nuova A3 Salerno-Reggio Calabria e alla Galleria “S. Maria di Pozzano”, della strada statale 145 “Sorrentina”, in provincia di Napoli. «Il Vergilius ha funzionato da deterrente verso l’alta velocità – ha ricordato Ciucci – contribuendo a rendere il viaggio più sicuro. Infatti, nonostante gli alti volumi di circolazione registrati su queste arterie, circa 6 milioni, una percentuale assai bassa di automobilisti ha superato i limiti previsti e il numero di verbali emessi dalla Polizia Stradale dal 25 luglio al 31 agosto è stato di 15 mila».

©Riproduzione riservata