Pollica intitola un centro sportivo ad Angelo Vassallo nel giorno dell’anniversario della sua morte

Nella sua Pollica, nel Cilento, nasce il centro polifunzionale sportivo dedicato ad Angelo Vassallo, il sindaco del piccolo Comune costiero del salernitano che proprio quattro anni fa, il 5 settembre del 2010, veniva assassinato con nove colpi di pistola mentre rientrava a casa. La commozione ha accumunato quanti sono venuti alla cerimonia del centro, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, la moglie del sindaco pescatore, Angelina, i due figli Antonio e Giusy e tanti sindaci dei comuni cilentani. Al termine della cerimonia si è svolta la partita di calcio ‘Con la speranza nel cuore’, organizzata dal Comune e da Legambiente, che ha visto impegnati la nazionale Parlamentari, guidata da Giancarlo De Sisti, e una selezione composta dagli attori di ‘Made in Sud’, ‘Un posto al sole’ e giornalisti Rai.

In campo anche il figlio del sindaco pescatore, Antonio, e il primo cittadino di Pollica Stefano Pisani. Il ricavato dell’incontro, al quale hanno assistito in tantissimi, è stato devoluto a favore di Emanuele Scifo, giovane di Battipaglia che da nove anni combatte contro la Cipo, una malattia rara che consiste nell’ostruzione cronica dell’intestino e per la quale è necessario un intervento negli Usa dal costo di un milione di euro. «Sono soddisfatta di questa giornata – spiega Angelina, la moglie del sindaco pescatore – Questo centro sportivo, è il segno tangibile che il ricordo di Angelo e i suoi ideali non svaniranno mai. Lui è sempre accanto a me, anche se la sua assenza è un dolore che non potrà mai essere colmato e mi perseguita da quattro anni». «Spero che presto la verità verrà a galla – prosegue la moglie di Angelo Vassallo – Credo nella giustizia e non mi rassegno: prima o poi gli assassini di mio marito avranno un nome e un volto». «Siamo qui e non ci arrendiamo – conclude il sindaco di Pollica Stefano Pisani – Proseguiamo nel solco tracciato da Angelo Vassallo, con la concretezza e i valori che ha sempre perseguito». Per la cronaca, la partita ‘Con la speranza nel cuore’ è terminata 3 a 2 per la nazionale parlamentari.

©Riproduzione riservata