Foce Sele, capitaneria insegue pescatori: sequestrati 300 chili di triglie. Tre denunciati

Infante viaggi

Nella tarda mattinata di martedì, la Capitaneria di porto di Salerno è stato impegnato nella repressione dei reati legati alla pesca illegale di novellame. L’operazione svolta dai militari della guardia costiera, agli ordini del comandante Maurizio Trogu, che rientra nell’ambito del piano di controlli pianificato dal direttore marittimo della Campania, contrammiraglio Antonio Basile, è il frutto di un’intensa attività di appostamenti e verifiche, che ha visto impegnate sia pattuglie a terra, che motovedette della guardia costiera. Al termine di un inseguimento nelle acque antistanti la foce del fiume Sele, i militari sono riusciti a fermare tre motopescherecci intenti alla pesca illegale di novellane ponendo sotto sequestro 300 chili di triglie. Sono stati altresì deferiti alla competente autorità giudiziaria i comandanti di tre pescherecci. Il pesce posto sotto sequestro è stato devoluto in beneficienza alla Caritas ed al centro Ipotenusa.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro