• Home
  • Cronaca
  • Tragedia ‘Cilentana’ discussa alla Camera dei Deputati, Giordano M5S: «Basta parlare, bisogna fare qualcosa per il Cilento»

Tragedia ‘Cilentana’ discussa alla Camera dei Deputati, Giordano M5S: «Basta parlare, bisogna fare qualcosa per il Cilento»

di Luigi Martino

Domenica sera sulla strada 430 denominata ‘Cilentana’ nei pressi del comune di Agropoli si è consumata l’ennesima tragedia in un terribile incidente stradale. Nell’incidente sono state coinvolte quattro auto e sette persone. Il bilancio è di quattro morti: due sul colpo e due sono deceduti mentre venivano trasportati agli ospedali di Vallo della Lucania e Eboli. Sul caso si è aperta subito una polemica che è sfociata a sua volta in più polemiche. Chiamateli punti di vista oppure commenti dei cittadini, fatto sta che se l’ospedale di Agropoli fosse rimasto aperto, a quest’ora non possiamo sapere se almeno una delle vittime morte sull’ambulanza si sarebbe potuta salvare. Le cause sono tutte da accertare. La procura parla di «alta velocità e sorpassi azzardati». I cittadini indignati puntano il dito contro gli amministratori politici e sanitari. «Non venissero più a cercare voti a casa mia», scrive un cilentano su Facebook. Una cosa è certa: la ‘Cilentana resta uno dei temi più caldi trattati dai quotidiani locali. La strada è al centro della cronaca per smottamenti, frane, spaccature nell’asfalto, piloni traballanti e da domenica anche per altro. Per un episodio spiacevole, drammatico, ma allo stesso tempo prevedibile.

Martedì si è discusso anche di questo alla Camera dei Deputati. Il presidente, Laura Boldrini, ha dato la parola all’onorevole Silvia Giordano del Movimento 5 stelle. «Questa strada negli ultimi anni ha visto 28 vite spezzate e numerosissimi feriti – afferma Giordano – principale causa dell’incidente sembrerebbe l’alta velocità, ma non vorrei – continua la grillina – che l’emergere le colpe da parte di qualcuno che guidava in maniera assolutamente dissennata, riuscisse a nascondere il problema del dissesto stradale presente in gran parte delle strade nel Cilento». La deputata non si ferma ai fatti, va a fondo in cerca delle cause e di probabili soluzioni. «La strada killer continua a mietere vittime – dice – il percorso è tappezzato di trappole, curve pericolose, avvallamenti e spaccature nell’asfalto. All’indomani dell’incidente i commenti non sono mancati e la politica è stata ancora una volta il primo bersaglio da colpire. Inoltre si riapre la ferita ancora sanguinante relativa alla chiusura dell’ospedale di Agropoli distante pochi minuti dall’incidente. Stiamo cominciando ad abbandonare del tutto un territorio – conclude Giordano – sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista strutturale. E’ il caso di smettere di parlare nelle televisioni e cercare di fare qualcosa di veramente pratico nel territorio».

©

GUARDA IL VIDEO

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019