Nel Cilento il primo porto d’arte contemporanea d’Italia

Nasce ad Acciaroli il primo porto d’arte contemporanea d’Italia. L’iniziativa «Work in progress», che mette al centro la costruzione del nuovo attraverso la libera circolazione delle idee, l’incontro e lo scambio in una rete solidale e non virtuale nel Mediterraneo, nasce dall’intuizione dell’operatore culturale Valerio Falcone, raccolta e resa fattiva dal sindaco di Pollica Stefano Pisani. Passeggiando sul porto turisti e residenti potranno imbattersi in spettacolari opere d’arte anche realizzate con materiali poveri. Ci saranno mostre, laboratori, residenze d’artista, senza distinzioni generazionali, geografiche o di linguaggi espressivi. In campo scenderanno Massimo Sgroi, critico d’arte, e i giovani curatori Eugenio Viola, Maria Savarese, Marco Petroni e Chiara Pirozzi. Ieri c’è stato il taglio del nastro. L’arte come legalità e civiltà nel segno di Angelo Vassallo. Il progetto è forte. I turisti sono molto incuriositi. Per il momento sono state installate solo alcune opere, ma la collezione presto vedrà nuovi pezzi.

©Riproduzione riservata