Camerota, pescatore si perde in mare: salvato da nave a metà strada tra Cilento e isole Eolie

Brutta disavventura per un pescatore di 65 anni residente a Policastro Bussentino. L’uomo è uscito ieri in barca alle 7 del mattino dal porto del suo paese. Il rientro era previsto per le 10.30, ma l’esperto barcaiolo non aveva fatto i conti con il temporale. Si trovava molto lontano dalla costa del Cilento quando il cielo è diventato nero e il mare ha cominciato ad ingrossarsi. Ha perso il controllo dell’imbarcazione ed è rimasto in mare per troppo tempo. La sua barca si allontanava sempre di più da Policastro. Con lui il 65enne aveva mezza bottiglietta d’acqua e la benzina ormai era finita. In balia delle onde era arrivato a 35 miglia dalla terra: a metà strada tra Marina di Camerota e le isole Eolie. Improvvisamente spunta la nave scuola «Mazzei» della guardia di finanza. I marinai a bordo soccorrono l’uomo e allertano il 1530. Dal porto di Marina di Camerota parte una motovedetta. Il 65enne viene scortato fino a 8 miglia dalla nave scuola, a quel punto viene preso in consegna dai marinai dell’ufficio circondariale marittimo di Camerota coordinati dal comandante Amleto Tarani. A bordo della motovedetta ci sono il maresciallo Boschetti, il sottocapo di prima classe Mazzei e il sottocapo di prima classe Saggese. Sono loro a portare in salvo il pescatore cilentano. Impresa riuscita e pericolo scampato.

©Riproduzione riservata