• Home
  • Cultura
  • Speciale Edizione Premio Leucosia 2010 Dedicata alla memoria del sindaco Vassallo

Speciale Edizione Premio Leucosia 2010 Dedicata alla memoria del sindaco Vassallo

di Federico Martino

Sabato 11 settembre 2010, nei giardini del parco della Villa Matarazzo, a  S.Maria di Castellabate, si è aperto il sipario sul “Premio Leucosia”, quest’anno giunto alla sua XIX edizione.

Tale manifestazione, nata nel 1986, da un’idea del Presidente dell’associazione Leucosia Giovanni Farace, è  dedicata alla mitica Sirena ‘’Leucosia’’, che qui il mito vuole sepolta sull’omonimo isolotto, dopo essersi lasciata morire, insieme  alle sue sorelle,  per non essere riuscita a fermare Ulisse con il suo canto.   Da quel gesto estremo sono nati i nomi di alcune delle più belle realtà paesaggistiche nazionali, come  Partenope. Leucosia, infatti, giunse sull’omonimo isolotto, che da allora porta il suo nome,  premiato tra i litorali più belli d’Italia, nonché riconosciuto bandiera blu da molti anni per la limpidezza delle sue acque.  

Il Premio ogni anno viene  consegnato, in una serata di gala all’aperto, di fronte a un numeroso pubblico, a quanti, Cilentani e non, si sono prodigati, a far conoscere il Cilento oltre i suoi confini naturali, prevedendo anche dei riconoscimenti per chi si è impegnato nel campo naturalistico, della Medicina e della Pace, della tecnica e della Letteratura,etc. 

La manifestazione, infatti, ha raggiunto, negli ultimi anni, un’orbita sempre più internazionale, con il “Progetto sulle orme di Ulisse”, con il quale le fervidi menti del Presidente Farace e della sua associazione  hanno voluto ripercorrere il viaggio dell’eroe dantesco, superando le Colonne d’Ercole e raggiungendo le comunità di Cilentani del Sud America, approdando in Uruguay, Brasile e Venezuela.

La manifestazione, che gode del patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Salerno, del Comune di Castellabate, dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, nonché della Comunità Montana Alento-Monte Stella, quest’anno è stata dedicata all’improvvisa ed ingiusta scomparsa del sindaco di Pollica Angelo Vassallo, amico dell’associazione Leucosia e del territorio cilentano. Si è deciso, così, di dare una diversa veste alla serata, rendendola più sobria e snella, evitando i già previsti momenti di spettacolo e di musica, dando maggior spazio ai premiati e alle immagini del nostro territorio. Durante la serata, inoltre, è stata data da parte dell’arch Michele Capasso, presidente della Fondazione mediterraneo di Napoli e della rete italiana A.Lindh, di cui l’associazione Leucosia è coordinatrice regionale, in anteprima la notizia di un premio mediterraneo per la legalità assegnato alla memoria del sindaco Vassallo. Tale notizia è stata accolta con commozione dal vicesindaco e dagli assessori di Pollica presenti al Premio Leucosia.

La serata di gala si è aperta con la suggestiva entrata della Fanfara dei Bersaglieri, nei giardini della Villa Matarazzo, che ha eseguito sul palco gli inni nazionali dell’Uruguay, Brasile, Venezuela, Tunisia, Europa ed Italia, le Nazioni, fino ad ora, coinvolte nel “Progetto sulle orme di Ulisse”, accompagnata dalla cerimonia dell’”alza-bandiera”, regalando un momento molto toccante per il pubblico presente, che ha avuto il suo apice con l’esecuzione del “silenzio” dedicato al sindaco di Pollica.   

Alle ore 20,00, inoltre, è partito dalla piazza principale del paese un corteo di abiti medievali dello stilista Arminio Tavola, che poi ha raggiunto la villa Matarazzo, dove i figuranti hanno sfilato sul palco . La serata ha previsto, inoltre, l’esibizione di due maestre al pianoforte e al mandolino, che hanno allietato il pubblico con le loro melodie classiche. Emozionanti sono state anche le fotografie proposte dal fotografo Renato Manente, con “Fotografando Castellabate” e da Roberto Pellecchia su Punta Licosa.      

Tra i premiati vanno segnalati il dr. Roberto Pellecchia e tutto lo staff del famoso gruppo di “face book” “Costa del Cilento”, che, raggiungendo oltre 40.000 fans da 40 Paesi del mondo, ha contributo  alla conoscenza delle bellezze del nostro territorio, il Centro di Diagnostica cilentana di Massimo Piccirillo, Franca Malzone, dinamica operatrice cilentana nel campo della pesca, nonché al Responsabile delle entrate dell’Uruguay “Magister Contador”, R.Cobelli, di origini cilentane, etc. Verrà, inoltre, consegnato un riconoscimento anche alla Stazione dei carabinieri di S.Maria di Castellabate e alla memoria del generale Giuliano Sebastiano. 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019