Chiacchiere cosmetiche: cos’è la cosmetovigilanza

Infante viaggi

di Laura Di Maio

«Ho provato questa crema che mi ha consigliato Rosamunda perché le fa una pelle meravigliosa, ma mi sono svegliata con tutta la faccia rossa, avrò sbagliato qualcosa». Cosa vuol dire questa frase? Intanto che Rosamunda è una persona diversa da noi, con una pelle diversa, con abitudini diverse. Ma questo cosa c’entra con la crema e la faccia rossa? Ogni persona reagisce in maniera diversa agli stimoli esterni, e con un cosmetico è lo stesso.

Quante persone non possono mangiare le fragole o le nocciole? La stessa cosa può essere per una crema o uno shampoo: se a Rosamunda la crema all’olio di mandorle dolci fa venire una pelle radiosa, può essere che io, con la mia pelle, abbia una reazione avversa (niente paura però!) perché allergica alle mandorle. Il problema si pone quando, al contrario di quello che succede con i farmaci, la reazione avversa viene collegata ad un errore del consumatore, non a un problema legato alla formula.

Tutti i prodotti messi in commercio sono sicuri, ricordiamoci sempre di questo, ma non vengono considerate quelle che possiamo chiamare “minoranze”, cioè porzioni di popolazioni con pelle più sensibile di altri o con allergie da contatto. La cosmetovigilanza è quel ramo della cosmetica che si occupa di un prodotto dopo la messa in commercio e deve tenere conto di tutti i reclami, che siano sul packaging, formula o marketing, per evitare che si verifichino casi di effetti avversi e, nei casi più estremi, ritirare il prodotto. Ma visto che questi fenomeni possono succedere, poiché ognuno reagisce in maniera diversa e non si possono considerare tutte le necessità dei singoli, come fare per evitare fenomeni di questo tipo e ritrovarsi magari rosse come un pomodoro il giorno del matrimonio della nostra migliore amica? Si consiglia sempre con i nuovi prodotti, di provarli su piccole porzioni del corpo, perché una volta può essere errore nostro, ma due no.

P.S. Rosamunda può essere anche nostra sorella o nostra madre, quindi una parente, ma la sua pelle sarà sempre diversa dalla nostra! Se per scegliere un colore di rossetto lo proviamo sulla mano, perché non perché non provare una crema?

  • Vea ricambi Bellizzi

Dell’autore_ Chiacchiere cosmetiche: leggere gli ingredienti, alcune dritte; Due minuti di chiacchiere cosmetiche: piccole curiosità sul mondo della bellezza

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur