• Home
  • Comuni
  • Alfano
  • Convenzione Comune Alfano e tribunale Vallo, Carbone: «Informazioni più dettagliate»

Convenzione Comune Alfano e tribunale Vallo, Carbone: «Informazioni più dettagliate»

di Redazione

«In data 07.10.2021, la Giunta del Comune di Alfano, ha sottoscritto una convenzione con il Tribunale di Vallo della Lucania in cui si rende disponibile a far compiere, a spese del Comune ospitante, lavori di pubblica utilità a detenuti. Premetto che il carcere non va inteso come un mero luogo di detenzione ma deve aprirsi ad una visione di reintegrazione sociale del detenuto. Tuttavia, date le numerosissime preoccupazioni che mi sono sopraggiunte in questi giorni da parte dei cittadini, ho protocollato stamattina questa interrogazione rivolta al Sindaco». E’ quanto rende noto Francesco Carbone, consigliere comunale di minoranza del comune di Alfano, dopo aver protocollato un’interrogazione per chiedere chiarimenti al sindaco.

«Il Comune – continua Carbone – deve assicurare oltre al sano svolgimento del lavoro socialmente utile anche la sicurezza pubblica ed il benessere psicologico e sociale della comunità. Ebbene, se prendiamo in esame l’art. 4 della Convenzione sottoscritta dall’amministrazione del Comune di Alfano, viene stabilito che le spese assicurative, le spese professionali, e soprattutto le eventuali spese per incidenti e danni a terze persone, sono a tutte a carico del Comune. Pertanto, unitamente ai miei concittadini, inevitabilmente mi preoccupo, soprattutto se vedo che la stessa amministrazione manifesta pubblicamente una situazione economica tanto critica da non riuscire a gestire, ad esempio, nemmeno il problema del randagismo».

«Se in questa situazione l’amministrazione del Comune di Alfano se la sente di accollarsi una tale responsabilità, deve però quantomeno esprimere dettagliatamente ai propri cittadini come intende gestire la cosa e soprattutto con quali risorse economiche» chiosa il consigliere di opposizione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019