Coronavirus, Scario aumenta le spiagge: riapre dopo 9 anni la “quinta Perla della Masseta”

Infante viaggi

di Marianna Vallone

«Siamo riusciti a riaprire la “Resima”. Ieri è stata firmata la concessione demaniale per cui, dal 2011, dopo 9 anni, riapre la quinta perla della costa della Masseta». Ad annunciarlo è il sindaco di San Giovanni a Piro, Ferdinando Palazzo. «In un periodo emergenziale, dove serve spazio per il distanziamento fisico delle persone, abbiamo pensato che fosse fondamentale aprire una nuova spiaggia, proprio per dare più possibilità alla gente di poter venire, nell’ambito di un turismo di prossimità, di godere delle nostre spiagge», ha aggiunto il primo cittadino.

La spiaggia della Resima, Cala delle Vipere, nella Costa della Masseta, area protetta del Parco nazionale del Cilento, è di una bellezza mozzafiato. Era stata chiusa nel 2011 per il pericolo di caduta massi. «Ciò è avvenuto grazie ad una sinergia con il presidente del Parco Tommaso Pellegrino, con cui il dialogo è costante, e con la Capitaneria di Porto. Siamo riusciti con la regolamentazione di interdizioni e di spazi, con regole per dare sicurezza, a riportare alla fruibilità una spiaggia chiusa da 9 anni. Una novità importante», ha concluso Palazzo.

  • assicurazioni assitur

Dunque, aumentano le spiagge da sogno nel Cilento in un’estate che si preannuncia con molte restrizioni. Quelle di Scario, nel comune di San Giovanni a Piro, sono di particolare bellezza perché fanno parte dall’area marina protetta degli Infreschi e della Costa della Masseta che si estende da Baia degli Infreschi fino a Scario, nel golfo di Policastro. Tra cale e scorci mozzafiato, con spiagge molto conosciute come quella del Marcellino o dei Francesi, spuntano anche grotte di particolare fascino.

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro