• Home
  • Rubriche
  • Storie
  • Emiddio, l’arte antica del barbiere per non lasciare il Cilento | VIDEO

Emiddio, l’arte antica del barbiere per non lasciare il Cilento | VIDEO

di Luigi Martino

Restare nel Cilento è diventata una missione. Ma c’è chi ci riesce e supera l’esame a pieni voti. Il segreto? Alimentare sempre la fiamma che arde di passione e sacrifici. Emiddio Grazioso ha 23 anni. E’ nato nel 1997 mentre la radio passava ‘Regina di cuori’ e ‘La regola dell’amico’. Nello stesso anno il Cilento viene inserito nella rete delle Riserve della biosfera dell’Unesco.

Per restare nella sua terra, a Castelnuovo Cilento, Emiddio è tornato indietro. Finita la scuola ha imparato l’arte antica del barbiere. Tre anni di accademia nella Capitale. Ma non si è fermato. Corsi, studio, aggiornamento e poi ha investito per mettere in piedi la sua bottega, il suo sogno. Ha implementato la sua attività con un mix di innovazione e tradizione. La tecnologia lo ha aiutato molto: profili social aggiornati e un sistema di prenotazione online all’avanguardia. Puoi scegliere il giorno, l’ora, il servizio e perfino il tuo barbiere. Insieme a Emiddio, che a settembre ha ritirato il primo premio alla Champions Barber Cup che si è svolta a Roma, lavorano Manuel e Mirko. La bottega resta aperta 12 ore al giorno.

Il lunedì, classico giorno di riposo dei barbieri, Emiddio ha deciso di conservarlo per tramandare la sua passione insegnando ai ragazzi del Cilento che hanno voglia di intraprendere lo stesso percorso. «La gelosia non serve – dice – condividiamo i nostri saperi e torniamo nel Cilento».

Le altre storie:

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019