• Home
  • Rubriche
  • Storie
  • Guerino e Sofia, nel Cilento una delle coppie più longeve d’Italia

Guerino e Sofia, nel Cilento una delle coppie più longeve d’Italia

di Luigi Martino

Guerino Percopo e Sofia Scarcello sono probabilmente la coppia più longeva d’Italia. Sono fidanzati dal 1939. Lui aveva 13 anni, lei un anno più grande. Il 16 febbraio del 1946 si sono sposati, nonostante l’opposizione del padre di lui. Ma alla fine, al Municipio di Centola, il segretario fece firmare l’uomo e il podestà acconsentì. Non c’erano i sindaci. La Seconda Guerra era finita da poco. Nel Cilento in molti vanno in giro scalzi. «Avevo una sola mutanda e una sola maglietta – racconta Guerino – ora il mondo è cambiato ma la colpa non è tanto dei giovani ma dei genitori». Dopo 82 anni stringe ancora la mano di Sofia.

Qualche giorno fa hanno festeggiato le nozze di Platino, 75 anni di matrimonio. Un traguardo che mette i brividi solo a pensarlo. «Mia moglie ha fatto solo l’amore con me e me la sono sposata. Non avevamo niente. Abbiamo cresciuto una famiglia intera solo con le braccia» dice Guerino. Ora lui ha 95 anni, sua moglie 96. Passano la giornata a casa, incastonata nel borgo di San Nicola, non distante da Palinuro. Non basterebbe la pellicola di un film per raccontare la loro storia, figuriamoci questa testimonianza. Ma è sufficiente per percepire la forza, l’umiltà, l’essenza vera dell’amore. L’amore autentico, quello che resiste a tutto, specialmente al tempo che, senza chiedere il permesso a nessuno, inesorabile, scorre.

Le altre storie:

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019