• Home
  • Cultura
  • Marina di Camerota: il ritorno della 99 Posse sulla scena musicale italiana

Marina di Camerota: il ritorno della 99 Posse sulla scena musicale italiana

di Giuseppe Galato

Per 7 lunghi anni hanno abbandonato la scena e sembrava impossibile rivederli insieme di nuovo su di un palco a cantare e gridare la loro rabbia contro il "sistema che incatena".

Durante questi anni si erano praticamente sciolti ed ognuno si era dedicato ai propri progetti fra i quali Jovine, Al Mukawama, Nous e varie carriere soliste.

Nel 2009, anno di forti tensioni politiche e sociali, non sono riusciti a rimanere indifferenti e hanno sentito l’urgenza di tornare a calcare i palchi e riempire piazze e centri sociali di tutta Italia, proprio come facevano ai vecchi tempi. Come negli anni 90, quando si sviluppava la “cultura” delle posse nei centri sociali. Band che trovavano nella musica un megafono attraverso il quale far sentire la propria voce trattando temi forti impegnandosi attivamente nel politico e nel sociale tra cui ricordiamo anche Assalti Frontali, Ustmamò, Isola Posse All Stars e tante altre realtà che hanno contribuito alla crescita di questa scena.

Una scena che sembra ormai più sbiadita. Eppure i più grandi esponenti di questo movimento, i 99 Posse, sono tornati e il 7 Dicembre, grazie alla direzione artistica di Don Gianni Citro, figura da anni ormai impegnata nell’organizzazione di eventi musicali dal vivo tra cui il Meeting Del Mare, fiore all’occhiello degli eventi che si svolgono di anno in anno nella provincia di Salerno, fanno tappa con il loro nuovissimo tour a Marina di Camerota.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019