“Giornata nazionale della bandiera”, 22 premiati

 

Festa nazionale istituita dalla legge n. 671/96 per celebrare il tricolore italiano che nacque ufficialmente il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia come bandiera della Repubblica cispadana, quale simbolo delle libertà civili e della speranza di indipendenza, di fratellanza tra cittadini dalle storie e vicissitudini diverse, e introdotta dal presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
«Una generazione di uomini coraggiosi, amanti della storia e della cultura, della nostra terra e delle sue tradizioni, seppe far diventare realtà quel sogno nel Risorgimento nazionale», ha spiegato il presidente Ciampi in un discorso ed ha aggiunto: «L’Italia, Nazione dal cuore antico, nel Tricolore si riconosce e ad esso attinge entusiasmo e vigore giovanile. Essere stretti da una sola bandiera – ce lo dice Goffredo Mameli – vuol dire condividere “una speme”, la stessa speranza».
L’iniziativa, promossa all’amministrazione guidata dal sindaco Costabile Maurano che, nel corso dell’evento sarà affiancato dagli assessori e dai rappresentanti delle forze dell’ordine, è rivolta soprattutto ai giovani allo scopo di rafforzare il senso di appartenenza alla Nazione.
La cerimonia avrà inizio alle ore 10,30 nella sala consiliare presso la casa comunale a Santa Maria nel corso della quale saranno premiati 22 cittadini operosi che si sono distinti in campo artistico, culturale o per l’impegno civico. Ma anche gli alunni delle scuole elementari e medie iscritti agli istituti comprensivi 147 e 148, soggetti realizzatori di alcune ricerche in merito al tema “Il Tricolore: la sua storia e i suoi canti”.