Morte in ospedale, Radicali: «Occorre una legge Mastrogiovanni»

«La notizia relativa ai reati ipotizzati nel reparto psichiatrico di Sant’Arsenio in provincia di Salerno, a seguito della morte di un uomo ricoverato in Tso, testimonia l’urgenza di una riforma che possa garantire una tutela giuridica immediata a chi si trova in queste condizioni di privazione della libertà personale». E’ quanto dichiarano Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e Michele Capano, tesoriere di Radicali Italiani e avvocato della sorella di Franco Mastrogiovanni 

«La vicenda di Mastrogiovanni – continuano Magi e Capano – lungi dal rappresentare un caso isolato, porta il segno di un problema “di sistema” che riguarda il profilo non solo di applicazione, ma anche di “governo” e “verifica” del Tso. Nell’ambito di tali “governo” e “verifica” deve essere garantita ai malati la stessa possibilità di difesa tecnica garantita, su altro piano, ad arrestati e fermati. È questo l’impegno di Radicali Italiani, per una proposta organica che sarà messa in campo nelle prossime settimane».

©Riproduzione riservata