Offerta 2023

Il 12 aprile Preistoria, Storia ed Arte Contemporanea nel Parco alla portata di tutti

| di
Il 12 aprile Preistoria, Storia ed Arte Contemporanea nel Parco alla portata di tutti

Lunedì 12 Aprile, Vivere i Musei presenta in anteprima il Percorso n 4, Preistoria, Storia e Arte Contemporanea, con un educational, riservato agli operatori turistici locali ed alle scuole, che tocca i Comuni di Gioi, promosso dall’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, rientra nelle attività divalorizzazione dei siti culturali minori e del patrimonio naturalistico del Parco. Il progetto hatra i suoi obiettivi principali la realizzazione di una rete museale locale e delle attività dianimazione e promozione turistica della stessa. L’iniziativa, giunta alle fasi finali, punta, tra l’altro, a diffondere la conoscenza del patrimonio culturale e naturale tra gli abitanti e glioperatori turistici che si occupano di incoming. A tale scopo sono state previste, per ognuno dei quattro percorsi ideati per il 20092010, delle anteprime, alle quali partecipano anche gli alunni delle scuole dei Comuni interessati dal progetto, a cui seguono delle
giornate di apertura al pubblico sempre con ingresso gratuito. I Musei ed i siti aperti lunedì 12 sono: il Convento di San Francesco (Gioi), il Museo Paleontologico (Magliano Vetere), il Museo Antonio Trotta (Stio), il Convento di S. Antonio con l’Antiquarium a Laurino. La visita offre un entroterra inconsueto in cui si fa un viaggio nel tempo dalla preistoria fino ad artisti contemporanei di fama internazionale. Nel convento quattrocentesco di San Francesco un attore interpreta il maestro Enzo Infante, svelando le vicende della sua vita e gli elementi che ispirano la sua arte, di cui si offre una panoramica con una mostra di dipinti che ritraggono la sua Africa, Livorno e Gioi. A Stio, si offre l’occasione di scoprire un altro importante artista contemporaneo, Antonio Trotta. Nel Museo a lui dedicato sono presenti opere, bozzetti, fotografie e modelli a grandezza naturale dell’artista che ha esposto anche alla biennale delle Arti di Venezia. A Magliano Vetere il Museo Paleontologico ospita le tracce dell’età in cui “il mare costruiva le
montagne”. I visitatori scoprono i ritrovamenti degli importanti giacimenti di fossili della flora e della fauna dell’ambiente terrestre e marino primitivo per poi immergersi nel paesaggio preistorico grazie ad un diorama suggestivo.
Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

A Laurino nell’Antiquarium del Convento di S.Antonio sono conservati reperti risalenti alla Preistoria e ritrovati in diversi siti cilentani. Nello stesso luogo i viaggiatori scoprono anche la vita dei monaci e le loro conoscenze nel capo delle erbe.
“ La volontà dell’Ente – afferma il Presidente Amilcare Troiano – è quella di far avvicinare la popolazione ed i turisti alle bellezze uniche del territorio. Il nostro Parco è il più grande d’Italia e può ben vantare altri primati grazie allo straordinario patrimonio ambientale, storico e culturale che ha permesso l’inserimento da parte dell’UNESCO del Parco quale Patrimonio dell’Umanità, in quanto paesaggio culturale di rilevanza mondiale risultato dalla sapiente integrazione della natura e dell’uomo ”.
In occasione della XII Settimana della Cultura, indetta dal Ministero dei Beni Culturali, Vivere i Musei riapre gratuitamente i siti del percorso n. 4 al pubblico anche sabato 24, mentre domenica 25 aprile l’iniziativa interesserà i siti del percorso n 3, Ambiente e Tradizioni, con la Grotta dell’Angelo (Sant’Angelo a Fasanella), il Museo Naturalistico (Corleto), il Museo delle Erbe e Viridarium, il Museo delle Tradizioni e degli antichi Mestieri ed il Museo Diocesano (Teggiano). Per prenotazioni ed informazioni per il week end della Settimana della Cultura, si possono visitare i siti: www.effettorete.it www.cilentoediano.it

Museo Paleontologico (Magliano Vetere)



©Riproduzione riservata
×