Presentato a Salento il progetto Agorà: 4 comuni insieme per raccontare il Cilento dei contadini

E’ stato presentato nel corso della Festa della castagna di Salento il progetto Agorà. Parte da qui il senso della ricerca dei momenti principali della cultura contadina del Cilento da passare alle nuove generazioni. Il progetto che vede coinvolti quattro comuni cilentani è stato presentato da Gabriele De Marco, sindaco di Salento, comune capofila, e da Paola de Roberto, direttore artistico, presenti sul palco i rappresentanti istituzionali dei comuni di Novi Velia, Cannalonga e San Mauro La Bruca. A ricordo del pioniere della Festa della Castagna è stata consegnata una targa ad Antonio Gorga che nel 1970 ha dato vita alla manifestazione. Rientra anche questo nel recupero della memoria storica che il progetto Agorà contemporanea vuole portare avanti sul territorio.

I quattro comuni che fanno parte del progetto hanno infatti delle peculiarità storiche e culturali che vengono immesse in questo sistema di piazza virtuale che si vuole perseguire. Il Comune di Salento si identifica con la Festa della Castagna, il frutto per eccellenza dell’economia delle comunità interne. Il comune di Cannalonga si identifica con la Fiera della Frecagnola, l’antica fiera del Cilento interno nell’ambito della quale si degustava e si degusta il bollito di capra, il comune di Novi Velia vi si identifica con il Festival degli Antichi Suoni, azione di recupero e della valorizzazione delle sonorità rurali del mezzogiorno d’Italia, infine, il comune di San Mauro La Bruca si identifica nel progetto con una connotazione forte, quella religiosa della tradizione basiliana che ha tracciato i cardini della cultura contadina del Cilento. Grossa partecipazione di pubblico alla manifestazione e al concerto di fine serata degli Alla Bua, formazione salentina che nasce come forte caratterizzazione della musica popolare nel rinnovarsi e trasferirsi alle nuove generazioni.

©Riproduzione riservata