• Home
  • Comuni
  • Atena Lucana
  • Sversamento di rifiuti nel Vallo di Diano, nasce il comitato di studenti “Resta”

Sversamento di rifiuti nel Vallo di Diano, nasce il comitato di studenti “Resta”

di Pasquale Sorrentino

All’indomani dell’inchiesta “Shamar” sullo sversamento di rifiuti nel Vallo di Diano (con sette arresti) è sorto – soprattutto a opera dell’unione studenti Vallo di Diano – il comitato Resta. Un insieme di persone, associazioni, esperti del settore per tutelare il territorio e fare da vedetta. In un recente video, “Non raccontateci balle”, il Comitato ha chiesto: “Siamo sicuri di aver fatto di tutto – la domanda è rivolta ai cittadini e alle istituzioni – affinché il fieno prodotto interessata dall’inchiesta finisse nella catena alimentare?”. Nell’indagine portata avanti dalla Dda di Potenza tra i territori coinvolti – e sottoposti a sequestro -, c’è una vasta area ad Atena Lucana. L’amministrazione comunale guidata da Luigi Vertucci per questo motivo ha risposto attraverso i canali social. “A maggio in previsione del raccolto l’amministrazione comunale ha incontrato i proprietari dei terreni vicini alla zona interessata dallo sversamento, invitandoli a non usare il fieno per evitare che entrasse nella catena alimentare. Ad oggi i proprietari dei terreni che hanno provveduto a pulire il terreno, creando le balle di fieno, lo hanno fatto nell’ottica della prevenzione di anti incendio come da ordinanze regionali e comunali”. Un imprenditore del posto ha comunque acquistato circa trenta balle di fieno presenti sui terreni per “bloccarle” ed evitare anche la possibilità che vengano usate come cibo per animali.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019