• Home
  • Cultura
  • Martedì un seminario su “I programmi di rientro in sanità”

Martedì un seminario su “I programmi di rientro in sanità”

di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo: comunicato diffuso dall’Università degli Studi di Salerno.

I piani di rientro in Sanità

Sala Conferenze Osservatorio dell’Appennino Meridionale

martedì 15 dicembre 2009 – ore 10:00

Università degli Studi di Salerno – campus universitario di Fisciano

Aziendalizzazione e Regionalizzazione rappresentano i cardini dei processi di riforma degli anni novanta, che hanno determinato la creazione di ventuno autonomi sottosistemi sanitari regionali, ciascuno con strutture e modalità operative spesso fortemente differenti tra loro.

Uno dei principali effetti di tale processo è stato quello di attribuire alla responsabilità degli enti regionali il compito di garantire una adeguata risposta alle esigenze di salute del territorio ed un utilizzo appropriato delle risorse.

Le regioni hanno dovuto risolvere le problematiche relative al mantenimento degli standard assistenziali, alla riduzione del tasso di crescita della spesa ed alla creazione del disavanzo sanitario, elementi che da sempre hanno caratterizzato il governo dell’assistenza sanitaria.

La capacità di raggiungere l’equilibrio economico e finanziario rappresenta uno dei principali elementi di differenziazione; i dati relativi a tali variabili evidenziano l’esistenza di sistemi sanitari regionali contraddistinti da una situazione di sostanziale equilibrio ed altri che si caratterizzano per l’ottenimento di risultati economici negativi e per la presenza di disavanzi sanitari cumulati di ampie dimensioni.

I Piani di rientro della spesa sanitaria, articolati temporalmente sul triennio 2007-2009, sono parte integrante del singolo Accordo fra lo Stato e la regione e si configurano come un vero e proprio programma di ristrutturazione industriale che incide sui fattori di spesa sfuggiti al controllo delle regioni, quali principalmente: consumi farmaceutici; spesa per il personale; acquisti da strutture private; acquisto di beni e servizi; appropriatezza prescrittiva dei medici.

Tali Piani sono finalizzati a ristabilire l’equilibrio economico-finanziario delle regioni interessate mediante la ricognizione delle cause che hanno determinato disavanzi di gestione, e l’individuazione delle diverse problematiche emerse nella regione stessa.

Programma del seminario

ore 10:00 Saluti

Prof. Raimondo Pasquino

Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno

Moderatore:

Dott. Giuseppe Blasi

Coordinatore dei corsi della Scuola di giornalismo dell?università degli Studi di Salerno

Interventi:

Dott. Attilio Bianchi

Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera

S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno

Prof. Elio Borgonovi

Ordinario di Economia Aziendale

Università Bocconi di Milano

Dott. Corrado Cuccurullo

Ricercatore di Economia Aziendale

Seconda Università degli Studi di Napoli

Prof. Mario Santangelo

Assessore alla Sanità della Regione Campania

Prof. Aurelio Tommasetti

Direttore del Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali Università degli Studi di Salerno

Dott. Giuseppe Zuccatelli

Sub Commissario alla Sanità Regione Campania

Questa giornata di studi è stata realizzata con la collaborazione di:

Master universitario di II livello per la Dirigenza degli Istituti Scolastici Mundis

Consorzio Osservatorio dell’Appennino Meridionale

Aziendalmente nasce dalla volontà di costruire un laboratorio di idee per lo sviluppo degli studi di matrice aziendale.

Oggetto delle riflessioni è il complesso mondo delle aziende (private, pubbliche, no profit) nelle sue differenti espressioni, linguaggi e finalità.

Nell’ambito delle proprie iniziative (convegni; seminari di studio; attività di ricerca e pubblicazioni) tema centrale d’indagine è rappresentato dalla valutazione delle interazioni tra le aziende ed il territorio in cui operano.

Coordinatore del gruppo di ricerca è il prof. Aurelio Tommasetti.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019