• Home
  • Cronaca
  • Centrale termoelettrica Montesano, Ragosta: «Governo accerti regolarità procedure»

Centrale termoelettrica Montesano, Ragosta: «Governo accerti regolarità procedure»

di Lucia Cariello

«Il Governo accerti la regolarità di tutte le procedure portate avanti dalla Regione Campania per autorizzare la realizzazione della centrale termoelettrica di Montesano sulla Marcellana». Michele Ragosta, coordinatore provinciale e deputato di Sel, ha inviato un’interrogazione scritta ai ministeri dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, per sollecitare un intervento urgente sulla questione della centrale termoelettrica di Montesano sulla Marcellana, finita al centro di una battaglia politica portata avanti da Sel e dai comitati locali.

«Da tempo – dichiara Ragosta – ci stiamo battendo su questa vicenda. Pur prendendo atto della retromarcia della Regione Campania che, stando alle dichiarazioni dell’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano, avrebbe ritirato tutte le autorizzazioni concessa a Terna Spa, vorremmo sapere se i decreti dirigenziali e le autorizzazioni rilasciate negli ultimi anni abbiano favorito o meno soggetti privati, trascurando l’interesse generale e le possibili conseguenze che, un impianto del genere, potrebbe avere sulla salute dei cittadini.

«Inoltre – continua Ragosta – il sito indicato per la costruzione dell’impianto è ubicato a meno di 26 metri dall’abitazione più vicina e a ridosso dell’intero centro abitato, a 500 metri dai presidi scolastici e da un’importante struttura alberghiera, in palese violazione della legge quadro sulla protezione da esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici. Non risulta, infatti, che sia stata fatta un’analisi delle ipotesi per una localizzazione alternativa dell’impianto né che sia stato dimostrato e documentato, come spesso accade, che – conclude Michele Ragosta – la scelta di quell’area sia stata dettata dalla convenienza progettuale, piuttosto che dall’assenza di alternative offerte dal territorio».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019