«Festambiente all’aria aperta», parte da Camerota la prima kermesse di Legambiente interamente dedicata agli sport

Laboratori di vela e pedalate in mountain bike, esperienze di immersioni in apnea e prove di arrampicata su palestre attrezzate, escursioni in canoa e lezioni di nordik walking. Ce n’è davvero per tutti i gusti, per esperti, appassionati e semplici curiosi nella manifestazione di Legambiente ‘Festambiente all’aria aperta’, organizzata in collaborazione con il Comune di Camerota e Vivilitalia, interamente dedicata agli sport all’aria aperta. Tre giorni in cui si alterneranno, lezioni, incontri con esperti e prove pratiche alla scoperta di un territorio dove la bellezza è di casa, un paesaggio unico, caratterizzato dalla presenza dell’area marina protetta ‘Costa degli Infreschi e della Masseta’ (istituita nel 2009), dal Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dal 1998 patrimonio Unesco in quanto “Riserva della Biosfera” e dalle spiagge di Cala Bianca e Baia Infreschi vincitrici la prima nel 2013 e la seconda del 2014 de ”La più bella sei tu”, la classifica delle spiagge più belle d’Italia votata dalla rete. Le iniziative che si terranno nel corso della prima edizione di “Festambiente all’aria aperta” saranno organizzate partendo dall’elemento protagonista degli sport: il primo giorno sarà dedicato al mare e agli sport acquatici come la vela, le immersioni in apnea, la canoa, lo snorkeling, il secondo alla montagna e quindi all’arrampicata, al nordik walking e all’escursionismo, alla scoperta di una vocazione davvero inaspettata di una parte del sud d’Italia che tra palestre di roccia e una rete di sentieri recentemente recuperati può competere con territori italiani più conosciuti. Infine il terzo giorno sarà dedicato alla campagna e al cicloturismo, con escursioni guidate nel territorio del parco. I laboratori e le prove pratiche, tutti realizzati in collaborazione con le realtà associative e sportive locali, saranno affiancati da un nutrito programma di incontri con esperti del settore – fra i quali l’apneista Patrizia Majorca e la bikers olimpica Paola Pezzo – spettacoli e degustazioni di prodotti del territorio cilentano.

«Con Festambiente all’aria aperta – spiega Rossella Muroni, direttrice nazionale di Legambiente – vogliamo dimostrare come il territorio italiano, soprattutto quello ancora lontano dai flussi del turismo di massa, può offrire occasioni per promuovere nuovi “turismi” legati al benessere, allo sport e all’attività all’aria aperta e dove paesaggi naturali preziosi e ben conservati come i parchi e le aree protette diventano un palcoscenico privilegiato per una fruizione sostenibile e piacevole del territorio». «Con questa iniziativa – spiega Antonio Romano, sindaco di Camerota – vogliamo far conoscere il nostro territorio in una chiave nuova, non solo quella legata al turismo balneare ed estivo, ma attraverso le tante possibilità che questo offre, come appunto le attività sportive all’aria aperta. E’ un settore sul quale crediamo fortemente e sul quale stiamo investendo, perché punta sulla tutela dell’ambiente e sulla sua bellezza, per creare occupazione e sviluppo». Festambiente all’aria aperta, che nasce quest’anno a Camerota fa parte del FestambienteNet la rete dei festival ecologici di Legambiente organizzati in tutta Italia, dal nord al sud, nei mesi estivi (da giugno a ottobre), che negli anni sono divenuti un appuntamento atteso e consolidato per promuovere i territori nel segno della sostenibilità ambientale e del turismo di qualità.

©Riproduzione riservata