Ebola, primo caso in Italia: la cura affidata a un medico originario di Sant’Arsenio

E’ arrivato anche in Italia il primo caso di Ebola. Un medico italiano di Emergency che ha contratto il virus in Sierra Leone, è stato imbarcato su un aereo militare e poi trasferito all’ospedale Spallanzani di Roma. Il medico presenta ancora una sintomatologia lieve, ai primi stadi della malattia e non ci sarebbero rischi per la comunità. A curarlo è un team di esperti del quale fa parte anche un infettivologo valdianese. Giuseppe Ippolito è dal 1998 il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma, l’istituto nazionale di malattie infettive che è stato scelto per trattare il primo caso di Ebola in Italia.

Il medico è originario di Sant’Arsenio, dove è nato nel 1954. Una laurea a pieni voti all’Università la Sapienza di Roma gli ha aperto le porte della sanità nazionale e internazionale, facendolo sempre ruotare più o meno attorno allo Spallanzani, esperienza corredata da centinaia di pubblicazioni, molte docenze universitarie, numerosi incarichi importanti affidatigli dal Ministero della Salute, dalla Commissione Europea, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. A dirlo è l’emittente 105tv.

©Riproduzione riservata