Nella top 30 nazionale dei siti più visitati in Italia c’è una location del Cilento

I dati sono stati resi noti dall’ufficio statistica del ministero dei Beni e delle attività culturali e nella top 30 nazionale delle visite c’è anche il parco archeologico di Paestum. Il sito cilentano ha fatto registrare nel 2013 242.218 visitatori con un incasso di 733.802 euro. Numeri che consentono all’area di Paestum di occupare il 24esimo posto della speciale classifica, scalando due posizioni rispetto al 2012 quando i visitatori furono 209mila per circa 630mila euro di incassi.

La classifica è guidata sempre dal Circuito archeologico del Colosseo che con i suoi 5,6 milioni di visitatori ha incassato oltre 39 milioni di euro. Al secondo posto, nonostante i crolli, i furti e il degrado, gli Scavi di Pompei con 2,4 milioni di turisti e 20 milioni di incasso. Nella Top 30 figurano anche altri quattro siti campani: la Reggia di Caserta (al decimo posto), gli scavi di Ercolano (14), il museo Archeologico nazionale di Napoli (15) e la Grotta Azzurra di Capri (18). La buona performance dell’area di Paestum s’inserisce perfettamente nel nuovo trend che riguarda i siti turistici culturali della Campania: infatti sono stati ben 6.135.758 i visitatori (3.177.658 paganti per un incasso totale di 29 milioni di euro) dei 75 siti censiti dal Ministero tra musei, monumenti e aree archeologiche della regione, con l’1,27% in più rispetto al 2012 e il 7,83% in più di incassi.

©Riproduzione riservata
Twitter @martinoluigi92