• Home
  • Opportunità
  • Borse lavoro e aiuti per l’assunzione in azienda: scatta lunedì 11 gennaio il clic-day per l’invio delle domande

Borse lavoro e aiuti per l’assunzione in azienda: scatta lunedì 11 gennaio il clic-day per l’invio delle domande

di Maria Antonia Coppola

La registrazione al programma integrato per favorire l’inserimento occupazionale in Campania (nell’apposita sezione del sito www.economiacampania.it), è partito l’11 Novembre 2009 mentre il disco verde per la compilazione on-line delle domande è già in pista dall’11 dicembre del 2009. L’avviso è quello pubblicato sul Bollettino regionale n. 61 del 12 ottobre dello scorso anno (decreto dirigenziale n.133 del 6 ottobre del 2009). Il programma di interventi integrati prevede lo svolgimento di esperienze di lavoro (work experience) presso imprese retribuite mediante un’indennità finanziata dalla Regione Campania e l’erogazione di aiuti per l’assunzione, destinati alle imprese che al termine del periodo di work experience scelgano di assumere con contratto a tempo indeterminato i destinatari delle esperienze di lavoro. L’avviso è rivolto ad imprese di qualsiasi dimensione. Le risorse complessivamente messe a disposizione ammontano a 35 milioni di euro I progetti di work experience dovranno avere una durata massima di 12 mesi.


Obiettivo dell’iniziativa è favorire l’inserimento nel mercato del lavoro delle fasce più giovani della popolazione, contrastando il fenomeno della mancata assunzione per carenza di esperienza lavorativa e attraverso la realizzazione di percorsi di accompagnamento a un primo inserimento lavorativo.


PER TUTTE LE IMPRESE

Possono presentare richiesta di attivazione di work-experience unicamente le imprese, di qualsiasi dimensione, iscritte nel registro delle imprese e aventi unità produttive ospitanti i borsisti ubicate nel territorio della Regione Campania. Non è, invece, ammessa la presentazione di progetti da parte di liberi professionisti e di associazioni tra professionisti e da parte di imprese operanti in attività connesse all’industria carboniera e siderurgica, al settore della costruzione navale ed al settore delle fibre sintetiche.
Sono inoltre escluse le attività a carattere stagionale e quelle riferite ad intensificazioni produttive o di servizio in determinati e limitati periodi dell’anno, per le quali si sia fatto ricorso ad assunzioni a tempo determinato nei dodici mesi precedenti l’invio della documentazione.
Le imprese beneficiarie, inoltre non devono aver effettuato, nei 12 mesi precedenti, licenziamenti per riduzione di personale, salvo che per giusta causa o per raggiungimento dei requisiti del pensionamento e non essere ricorsi alla Cassa integrazione guadagni (ordinaria, straordinaria ed in deroga) nei dodici mesi precedenti.
La work experience non dà luogo a trattamenti previdenziali o assistenziali, a valutazioni o riconoscimenti giuridici ed economici, né a riconoscimenti automatici ai fini previdenziali.
I soggetti destinatari delle work experience sono disoccupati1 da almeno 6 mesi di età compresa tra 18 e 32 anni residenti in Campania da almeno 5 anni con titolo di scuola secondaria di primo grado (scuola media inferiore) iscritti al centro per l’impiego di competenza territoriale e che non abbiano prestato attività lavorativa nell’impresa ospitante nei 12 mesi precedenti la presentazione del progetto e che non risultino coniugi, parenti e affini entro il secondo grado del titolare o del socio dell’impresa ospitante.


LA SELEZIONE

Le imprese ospitanti selezioneranno i destinatari in maniera autonoma.
Ai destinatari dell’intervento è riconosciuta una indennità di frequenza obbligatoria pari a 400 euro mensile, elevata a € 500 per i laureati (anche lauree brevi).
Tale indennità non è riconosciuta negli eventuali periodi di chiusura per ferie del soggetto ospitante.


12 MILA EURO A CHI ASSUME

Alle imprese che, entro un mese dalla fine della work experience assumano con contratto a tempo indeterminato è riconosciuto, su richiesta, un contributo di 12 mila euro erogati in un’unica soluzione.
Dodici mesi in azienda
– Un borsista per le imprese aventi da 0 a 5 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato presso la sede operativa interessata
– Due borsisti per le imprese aventi da 6 a 19 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato presso la sede operativa interessata
– Tre borsisti, per le imprese che superano i 19 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato presso la sede operativa interessata.

L’esperienza di lavoro durerà 12 mesi. La misura prevede ulteriori incentivi per le imprese che stabilizzeranno il rapporto di lavoro

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019