Elezioni, Ogliastro Cilento e Corleto Monforte hanno già il loro sindaco

di Luigi Martino

Non dovevano far altro che attendere i dati dell’affluenza per raggiungere il quorum. Gli unici candidati sindaci di Ogliastro Cilento e Corleto Monforte, potrebbero già indossare la fascia tricolore. Ieri sera, infatti, domenica, i cittadini che si sono recanti alle urne, hanno già superato la percentuale utile degli aventi diritto al voto, per lasciarsi alle spalle l’unico ostacolo.

Paolo Astone (nella foto a sinistra) è infatti il nuovo sindaco di Ogliastro Cilento. Prima di lui a ricoprire quel ruolo c’è stato Michele Apolito. Il primo cittadino di Corleto è invece Filippo Ferraro (nella foto a destra). Occuperà la poltrona che è stata di Antonio Sicilia. I due sindaci uscenti, Apolito e Sicili, occuperanno, con molta probabilità, una sedia tra i banchi della maggioranza.

Ora sono i Comuni di Moio della Civitella, Teggiano e Ceraso a sperare di battere il quorum. Nel caso la percentuale dovesse restare al di sotto di quella consentita dalla legge, scatterà il commissariamento dell’ente.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019