• Home
  • Attualità
  • Ergastolo ostativo, Adinolfi: «Cambiare norma sconfitta per paese civile»

Ergastolo ostativo, Adinolfi: «Cambiare norma sconfitta per paese civile»

di Redazione

«Confido nella sensibilità della Corte Costituzionale affinché la norma sui benefici carcerari agli ergastolani non venga modificata. Sarebbe una clamorosa sconfitta per tutta la società civile, per chi ha lottato e lotta ogni giorno contro la criminalità organizzata, per chi ha pagato anche con la vita il proprio impegno contro le mafie, come i giudici Falcone e Borsellino». L’ha dichiarato l’europarlamentare del M5S, Isabella Adinolfi, sulla questione dell’ergastolo ostativo per i mafiosi sulla quale la Corte Costituzionale si pronuncerà dopo Pasqua.

«Premiare i mafiosi, chi ha sempre voltato le spalle allo Stato, significherebbe una resa incondizionata – conclude l’onorevole salernitana – Rappresenterebbe un grave passo indietro e vanificherebbe anche gli sforzi fatti in questi anni, grazie all’impegno del mondo della scuola e dell’associazionismo, che hanno consentito di far maturare una maggiore coscienza sulla cultura della legalità e contro le mafie».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019